Da estetista a estetologa: Tina e la bellezza che nasce dentro

Tina Bourelly è una delle estetiste storiche di Campobasso. Ma l'estetica pura non le interessa: "La bellezza - dice - arriva dal benessere interiore"

1844
iris centro estetico

E’ una delle estetiste storiche di Campobasso. E a dire il vero il termine ‘estetista’ si è perso nei lontani tempi della qualifica, quando la Regione Molise attivò il primo corso di formazione per riconoscere la professione. Perché Tina Bourelly, che incontro al centro Iris di via Piave, è andata molto oltre la semplice cura dell’aspetto fisico, ampliando conoscenze e competenze in ambiti che hanno tutti come comune denominatore una sola parola: benessere.

Più che estetista si definisce infatti ‘estetologa’, ossia professionista del benessere. L’estetologo è infatti per definizione un operatore non sanitario con una formazione qualificata e interdisciplinare che non mira esclusivamente al culto dell’immagine, ma punta al benessere nelle sue diverse sfaccettature, dalla forma fisica a quella mentale. La clientela dell’estetologo è quella desiderosa non solo di apparire ma soprattutto di sentirsi in armonia con il proprio corpo.

Iris Centro Estetico CampobassoPer raggiungere il suo obiettivo professionale Tina si avvale di tecniche e strumenti che puntano sempre al naturale, trattamenti e terapie che lei ha voluto conoscere a fondo e che da tempo applica a volte anche contro i suoi interessi. “La ricostruzione unghie  per esempio – ci dice – nasce come trattamento riparativo, per ripristinare l’unghia laddove non c’è più. Quando ancora non era nota io l’applicavo, ma ripeto, per curare. Oggi invece questo trattamento è puramente estetico, effettuato con materiali spesso discutibili su unghie che spesso non sono in grado di sostenerlo e quindi si ammalano. Per questo spesso mi rifiuto di farlo, perché io desidero il benessere dei miei clienti, non il contrario”.

Con la stessa convinzione Tina si è appassionata ai vari filoni dell’estetica, specializzandosi in estetica oncologica ed estetica eubiotica, ossia quella che non sottopone il corpo a trattamenti standard, ma ne rispetta il ritmo psicofisico e ne ripristina, laddove necessario, l’equilibrio.

“Così ogni trattamento viene adattato alla persona e non deciso a priori senza sapere a chi deve essere applicato – aggiunge Tina Bourelly – Il mio centro Iris è quindi una Spa personalizzata, dove il benessere di ogni persona è diverso da quello delle altre. E dove chi si cura dei clienti lo fa con il piacere di dare risposte, non con la sola voglia di dare una prestazione o un prodotto”.

Quando parla del suo lavoro Tina si riempie di entusiasmo. Si percepisce nettamente il piacere di aiutare, il desiderio di seguire nuove strade per trovare soluzione ai tanti problemi che le vengono posti. “Oggi anche questo settore procede spedito – conclude l’estetologa – E gli studi hanno dimostrato che determinanti per la salute e per l’estetica di tutti noi è l’alimentazione. Anche qui spazia il mio intervento, perché le persone non sono automi, ma un insieme di emozioni e di funzioni che non sono in nessun modo slegate tra loro. E a me piace abbracciarle tutte insieme”.