Handphone, la nuova dipendenza

    La nuova tecnologia ha preso piede nella società moderna tanto da influenzare la quotidianità e creare una vera e propria dipendenza.

    243
    Nomofobia, quando lo smartphone è una dipendenza

    Lo smartphone va a sinistra del piatto con le forchette o a destra con i cucchiai? Domanda bizzarra, ma vista l’onnipresenza della tecnologia nella nostra vita di tutti i giorni non è poi così curiosa. Si parla della sindrome da handphone, collegata all’utilizzo del telefono cellulare e sempre più diffusa tra la popolazione. Si ha sempre il cellulare tra le mani, si guarda continuamente il display o si mandano di continuo messaggi. Il cellulare diventa una sorta di dipendenza o di ossessione e i social network, le varie app che rendono tutto più semplice, dal prenotare una vacanza, a cambiare programma alla tv, a spegnere il microonde in realtà qualche danno lo creano.

    La sindrome da handphone è diventata così diffusa e preoccupante che un pool di esperti italiano è arrivato persino a stilare un decalogo libera-mani, ossia una serie di consigli che dovrebbero aiutare a staccarsi dall’ossessione di tenere il cellulare sempre in mano e di utilizzarlo. I numeri saltati fuori da uno studio sulla sindrome da handphone mostrano che il 72 per cento degli italiani ha il telefono costantemente in mano A soffrire di sindrome da handphone sono soprattutto le donne 58%, mentre gli uomini ne sono interessati per il 43%. Tra i consigli per combattere questa dipendenza vi sono quelli di fare un’attività fisica che rilassi, cercare di resistere all’impulso di prendere il cellulare e usarlo, prestare più attenzione allo spazio attorno a sé e non a quello offerto dallo schermo del telefono, avere dei periodi di disconnessione totale, allontanandosi da smartphone e da internet in generale, utilizzare dispositivi alternativi che consentano di non usare il telefono come orologi o sveglie, favorire le relazioni reali con le persone, eliminare le app che creano dipendenza oppure rendere più difficoltoso l’uso del telefono, tenere le mani impegnate in altre attività, in modo tale da non avvertire di continuo la necessità di prendere il cellulare. I nuovi sviluppi ci migliorano per alcuni aspetti, ma ne danneggiano molti altri.