Infezioni fungine: come riconoscerle sulla propria pelle e come curarle

    175
    corpo

    Sentiamo spesso parlare delle infezioni fungine e di quanto siano diffuse in Italia, soprattutto se si tratta di quelle alle unghie, che rappresentano purtroppo un problema molto comune.

    Eppure, se da un lato siamo già al corrente di forme come la micosi alle unghie, spesso ci troviamo impreparati in merito alle micosi della pelle. Queste forme di infezione possono infatti essere molto fastidiose e complicate da affrontare, anche perché ne esistono di diverse tipologie.

    Cosa sono le micosi cutanee e le loro cause

    Le micosi della pelle sono forme di infezione sviluppate a causa di organismi quali i funghi, le muffe e i lieviti, micro-organismi che possono colpire parti del corpo differenti, dalla cute fino ad arrivare a quelle prive di peli. Forse non tutti conoscono patologie molto fastidiose come ad esempio la micosi inguinale, o quella che si presenta nella parte interna delle cosce, ma queste ultime possono diventare molto fastidiose, per via della particolarità delle zone colpite.

    È importante riconoscerle, dato che la diagnosi è sempre il primo step che precede la cura. Colpirle alle prime avvisaglie, infatti, significa evitare che possano espandersi in modo eccessivo. I sintomi iniziali sono gli arrossamenti, accompagnati da una leggera desquamazione della pelle, seguiti  dalla presenza di lesioni umide e il prurito molto forte.

    Rimedi medici e naturali per le micosi

    Esistono diversi rimedi farmacologici per curare le micosi della pelle, che richiedono una applicazione quotidiana e tanta pazienza. Possono infatti volerci oltre 5 settimane per poter ottenere dei risultati concreti. Fra questi rimedi troviamo ad esempio le creme anti-micotiche a base di elementi quali l’urea o il tioconazolo. Se prese in tempo, però, possono essere utili anche alcuni rimedi naturali come il limone, l’aglio, l’aceto e i chiodi di garofano. Anche l’olio di albero del tè è molto efficace contro queste infezioni, insieme all’olio di calendula e agli estratti di semi di pompelmo, tutti elementi che possiedono delle naturali doti antisettiche e anti-infiammatorie.

    Con un po’ di attenzione, si tratta in ogni caso di problematiche della pelle relativamente semplici da prevenire. In primo luogo, si consiglia di curare attentamente l’igiene del corpo e di tenere sotto controllo il grado di umidità corporea. Inoltre, è consigliabile evitare il contatto dei piedi con superfici potenzialmente infette e di camminare quindi con le ciabatte in palestra o in piscina. Infine, attenzione alla sudorazione e dunque all’abbigliamento, da scegliere traspirante.