A Isernia la “Giornata mondiale della salute”: inquinamento, fine vita e servizi sanitari i temi

    25
    giornata salute isernia

    Sabato 7 aprile, alle ore 17, nella sala congressi dell’auditorium Unità d’Italia, Isernia celebrerà la «Giornata mondiale della salute». L’evento è stato voluto dal “Forum regionale per la salute” e dall’associazione “Isernia Beni Comuni”, con il patrocinio del Comune di Isernia.

    Ospite d’eccezione sarà la presidente dell’associazione ‘Luca Coscioni’, Mina Welby, che dopo la morte del marito Piergiorgio continua a testimoniare l’importanza delle scelte di cura in vita e di fine vita.

    «Negli ultimi anni – si legge nel manifesto che pubblicizza l’evento – il dibattito internazionale si è gradualmente spostato dal concetto di sanità a quello più ampio di salute. L’Oms riconosce che la salute non è solo assenza di malattia, ma benessere correlato a un insieme di fattori che condizionano la vita dell’individuo: qualità ambientale, lavoro e reddito, servizi sanitari, istituzionali e scolastici. Serenità nel sapere che si può decidere come affrontare la fase finale della propria vita».

    Questo il programma degli interventi:
    – Associazione Mamme per la salute e l’ambiente onlus Venafro, “L’inquinamento ambientale. Il caso della piana di Venafro”.
    – Oriana Leone dell’Unione degli studenti del Molise, “Istruzione e disuguaglianze”.
    – Daniela Pietrangelo, “La precarizzazione del lavoro come fattore di rischio della salute”.
    – Giuseppe Notartomaso, “L’acqua: il primo dei beni comuni”.
    – Italo Testa, “L’esperienza del Forum nel contrasto alla privatizzazione del Servizio sanitario regionale”.