Tavenna, la cultura della vita passa anche per il primo soccorso

    707
    Tavenna, la cultura della vita passa anche per il primo soccorso

    Ci sono situazioni di emergenza in occasioni delle quali sapere cosa fare e come farlo può fare la differenza. Una di queste circostanze é rappresentata proprio dall’arresto cardiaco nel quale l’intervento di primo soccorso può mantenere in vita la vittima sino all’arrivo dei soccorsi, costituendo uno degli anelli della catena di sopravvivenza. A questo scopo l’Associazione Avis comunale di Tavenna, con la collaborazione del formatore Nicola Fratangelo dell’associazione “Salvamento Molise“, ha organizzato il primo corso di BLS-AED per esecutore laico. La finalità del corso è stata quella di trasmettere un metodo che consenta di gestire un primo soccorso in caso di emergenza con l’obiettivo di far apprendere teoria e tecnica delle manovre fondamentali da compiere, in caso di necessità, con l’ausilio di un defibrillatore semiautomatico (DAE).
    image3Il corso, della durata di una giornata, si é tenuto domenica 9 ottobre e dopo una prima parte teorica, nel corso della quale sono stati approfonditi temi su come riconoscere i sintomi di un attacco cardiaco, come attivare correttamente il sistema di soccorso e come eseguire le manovre di rianimazione cardiopolmonare con l’uso del dispositivo DAE, si é tenuta l’esercitazione pratica, con i partecipanti che hanno così avuto la possibilità di esercitarsi sui manichini nell’esecuzione delle manovre della RCP. Al corso ha preso parte il sindaco del paese molisano, Simone Spadanuda.
    Prossimo obiettivo dell’associazione è quello di organizzare altre giornate come questa al fine di diffondere tra i giovani e meno giovani la cultura alla vita.