Aiuti ai terremotati, non solo cibo e vestiario, ma sopratutto calore umano

1277
Pia, sotto le macerie a San Giuliano, oggi spiega la prevenzione sismica

Una particolare richiesta di aiuto dalle zone colpite dal sisma e il Molise, ancora una volta risponde con la sua presenza e disponibilità ad attivarsi per far sentire la sua presenza e vicinanza alle persone che dal 24 agosto sono rimaste senza un tetto e senza una direzione certa verso cui procedere. Sta arrivando il freddo nei paesi terremotati dell’Italia centrale, ma ciò di cui più si avverte la necessità non é avere vestiti e giacconi pesanti, non cibo in scatola e a lunga scadenza: ma calore umano, cibi freschi da consumare insieme, in una parola: convivialità. Si tratta anche di creare momenti di svago per affrontare l’immane tragedia non da soli, ma sapendo che attorno c’é una rete di solidarietà pronta a rispondere ai bisogni di queste persone. In Molise Borghi d’eccellenza, con il suo rappresentante Maurizio Varriano, si é fatto promotore di questo sentire e sta attivando diverse iniziative per far sentire che il Molise c’é.