Anziani, a Pietracupa la festa della Frutta per introdurre acqua e vitamine

71
festa frutta 2017 EVID

festa frutta 2017_4Quello che mangiamo è fondamentale per tutti, a qualsiasi età, ma soprattutto per le fasce più fragili. Bambini ed anziani, donne in gravidanza o allattamento hanno bisogno di un giusto apporto di minerali e vitamine, che garantiscono una crescita corretta e armonica nel bambino, tutte le sostanze ai bimbi nel pancione e una qualità della vita migliore ai nonni.

Nella terza età come nei bambini il corpo è soggetto a cambiamenti: ossa, muscoli e sistema cardiocircolatorio risentono del tempo che passa e uno stile di vita sano aiuta a vivere meglio e più a lungo.

festa frutta 2017_3Insieme all’esercizio fisico, nei termini relativi a ciascuna situazione, un’attenta alimentazione aiuta fisico e mente, combattendo all’origine moltissime patologie dell’età. Il rischio più elevato è che nell’organismo di una persona anziana non ci siano le giuste dosi di acqua, di minerali, di calcio e di vitamine essenziali.

Ecco perché nelle strutture che si dedicano agli anziani la figura del dietologo o nutrizionista è fondamentale: collabora con il medico di base e con lo specialista perché tutto sia in armonia.

E poi ci sono iniziative che dietro l’aspetto dell’intrattenimento celano un’azione benefica. E’ il caso della Festa della Frutta del Residence geriatrico Punta Paradiso di Pietracupa (CB), che lo staff ha voluto organizzare e replicare questa estate invitando gli ospiti ad una colorata e gustosa giornata di festa.

festa frutta 2017_7“Un modo per fare del bene allo spirito e all’organismo – ci spiega Fulvio Fusco, nutrizionista presso la Fondazione di ricerca e cura Giovanni Paolo II e animatore di gruppi con la sua Paciock Onlus, associazione di volontari dal naso rosso che fa trascorrere ore gioiose a chi ha bisogno di sorridere – Le vitamine della frutta sono essenziali per i nostri nonni e queste occasioni ci aiutano a farli stare bene”.

festa frutta 2017_5Organizzata nel piazzale della casa in una delle caldissime giornate in cui l’Italia era in preda all’anticiclone africano, la Festa della Frutta è stato un rinfrescante momento di piacere per tutti, anziani residenti, operatori ed ospiti.

“Sono stati giorni molto caldi e non è stato semplice convincere i nostri nonni a bere di più – aggiunge Sonia Colella, la direttrice della casa – Così abbiamo unito l’utile al dilettevole, abbiamo imbandito le nostre tavole e con musica e sorrisi abbiamo gustato la dolcezza della nostra frutta, evitando, come sempre facciamo, che la routine o la noia si impadroniscano delle nostre giornate”.

Contenti in modo particolare i nonni della casa che oltre a gustare frutta di ogni genere hanno smaltito eventuali calorie in più ballando insieme ai volontari.