“NATALE, CHE CONCERTO” ALLA RSA DI LARINO

157
“NATALE, CHE CONCERTO

“Una storia teatrale e musicale, sicuramente divertente, forse un po’ irreale, dallo sfondo multiculturale, che insegna come l’amicizia e la solidarietà sono i veri valori della vita, complici anche di una sana competizione”. Questa è la trama del recital “NATALE, CHE CONCERTO!”, che lunedì 28 dicembre alle ore 16, i ragazzi del gruppo ACR della Parrocchia Santa Maria degli Angeli di Rotello, metteranno in scena nella RSA di Larino, per condividere la magia del Natale con gli ospiti della struttura frentana.
“La storia racconta di un concorso musicale e del suo presentatore, insieme a un gruppo di concorrenti di tutto rispetto: trombe, tromboni, viole, violini, violoncelli, triangoli, cetre e fagotti. Il vincitore della competizione sarà eletto Strumento dell’Anno e parteciperà come protagonista al grande concerto di Natale. Tra battute esilaranti ed esibizioni musicali, il finale sorprenderà pubblico e giuria: sarà la cornamusa a vincere l’ambito premio, ricordando a tutti come il Natale sia la festa della solidarietà e dell’amicizia, da festeggiare tutti insieme in allegria”, hanno spiegato le catechiste che hanno preparato i ragazzi.
“Vogliamo ringraziare la Parrocchia di Rotello e con essa le catechiste del gruppo ACR, con le quali da due anni abbiamo instaurato una bella amicizia ed ogni volta che accompagnano i loro ragazzi. Ringraziamo i ragazzi, o meglio gli attori del recital, per l’impegno e la spontaneità che portano nella struttura, perché, citando il testo di una delle canzoni del recital, “il sorriso dei bambini è la gioia più grande che c’è”. Soprattutto grazie anche i loro genitori che ci hanno aiutato ad organizzare il tutto – hanno detto dalla RSA – I nostri ospiti sono impazienti di assistere allo spettacolo, bisogna dire che questo è il terzo appuntamento della RSA FESTIVITY. Dovreste vedere come hanno memorizzato tutte le date ed invitano parenti ed amici a partecipare, se poi qualche familiare è impegnato gli suggeriscono addirittura di cambiare i turni di lavoro. Questo fa sorridere ma è così: la RSA per i suoi ospiti e il fulcro della vita e noi, grazie alla collaborazione di associazioni, enti e della Parrocchia di Rotello, cerchiamo di rendergliela il più divertente possibile”, hanno concluso dalla RSA.

Locandina