TERZA ETA’: INIZIA L’ESTATE

158
TERZA ETA’: INIZIA L’ESTATE

L’estate è sinonimo di svago, allegria, tempo di vacanze lontano dai soliti ritmi frenetici e dal lavoro. Per molti, infatti, significa fuga dalla città alla ricerca di luoghi per rilassarsi e divertirsi. Purtroppo non è così per tutti. Spesso per gli anziani l’estate significa dover fare i conti con il caldo, malessere e solitudine. E’ invece l’autunno ad avere degli effetti positivi sulla terza età. L’autunno è la stagione del tempo stabile, soleggiato, ma non così caldo da provocare malori e malesseri. È la stagione ideale per le vacanze della “terza età”. Il viaggio per gli over 60’ rappresenta tranquillità e benessere, perché lontani dalla folla e dal caos. Il raggiungimento della pensione, la famiglia cresciuta e sistemata consente alle persone anziane di potersi muovere liberamente. Per l’anziano andare in vacanza significa avere la possibilità di poter disporre di maggior tempo libero; la possibilità di pensare alla propria autorealizzazione ed ai propri progetti di vita; l’occasione per sfruttare al meglio le proprie potenzialità; la possibilità di potersi dedicare con più energia alle proprie passioni, agli hobby, all’artigianato, alle letture, alla vita associativa; l’opportunità di dare spazio ai valori “dimenticati” da quello della disponibilità a quello della relazione con gli altri. La vacanza può consentire una maggiore dedizione ad attività manuali bricolage; pittura; sartoria; lettura; gioco delle carte; ascolto della musica; visione di film e documentari. Ricreazione e cultura sono importanti momenti di svago e di compagnia che fanno sentire gli anziani “giovani attivi”. Una vita piena di relazioni e di impegni sociali è un buon modo per passare il proprio tempo e contribuisce positivamente alla salute.