Bonus per mobili, scuola, disabili, sicurezza e unioni civili. Ecco le novità del 730

215
modello 730 cisal

Dichiarazione dei redditi 2017: sul modello 730 quest’anno i contribuenti troveranno delle novità. Ecco le più importanti.

La prima riguarda lo School bonus per le erogazioni fino a 100mila euro effettuate nel 2016 a favore di istituti appartenenti al sistema nazionale d’istruzione: è riconosciuto un credito d’imposta pari al 65% delle erogazioni effettuate.

Per le giovani coppie c’è il Bonus mobili: è riconosciuta per un solo anno la detrazione del 50% delle spese sostenute nel 2016, entro il limite di 16.000 euro, per l’acquisto di mobili nuovi destinati all’arredo della casa principale.

A chi ha acquistato Abitazioni in classe energetica A e B è riconosciuta dal costruttore la detrazione del 50% dell’Iva pagata sempre nel 2016, detrazione prorogata anche per il 2017 dal decreto Milleproroghe.

Previsto l’Ecobonus specifico per le spese destinate all’acquisto di case con domotica e installazione di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento, produzione acqua calda e climatizzazione. La detrazione è del 65%, senza massimale di spesa per le spese sostenute nel 2016.

E’ riconosciuta la detrazione del 19% dell’importo di canoni di leasing per l’acquisto di unità immobiliari per abitazione principale pagati nel 2016 ai contribuenti che alla data di stipula del contratto avevano un reddito non superiore a 55mila euro.

E’ inoltre possibile la detrazione sulle spese di istruzione sostenute.

Anche la videosorveglianza prevede un bonus, un credito d’imposta per le spese sostenute nel 2016 per l’installazione di sistemi di videosorveglianza digitale o di sistemi di allarme, oltre che per le spese connesse ai contratti stipulati con istituti di vigilanza, dirette alla prevenzione di attività criminali.

Caf Cisal Molise Patronato Encal Inpal Campobasso TermoliLa legge sul “Dopo di Noi” (legge 112/2016) ha introdotto sconti fiscali per le persone con disabilità e i loro familiari. E sempre dal 2016 si può avere una deduzione del 20% sulle erogazioni liberali, le donazioni e gli altri atti a titolo gratuito, in tutto non superiori a 100mila euro, a favore di trust o fondi speciali che operano nel settore della beneficenza.

Fanno infine il loro ingresso nella dichiarazione dei redditi anche le unioni civili. Le parole “coniuge”, “coniugi” o i termini equivalenti si intendono riferiti anche a ognuna delle parti dell’unione civile tra persone dello stesso sesso.

Il modello precompilato del 730, per chi si sa muovere autonomamente, è disponibile on line sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Naturalmente saranno i Caf e gli intermediari a fornire il servizio di elaborazione. Gli sportelli Caf Cisal forniscono servizi di consulenza ed elaborazione dei modelli, oltre ai numerosi servizi di consulenza fiscale e di patronato.