Campobasso Nord. Proposte in versione pop up nel parco rimesso a nuovo

Domani il taglio del nastro per la nuova gestione Punto Immagine che punta sulla presenza temporanea di aziende locali

parco memoria

eliseo sipariCi sono persone che non riescono a lavorare senza perseguire un sogno. Eliseo Sipari è una di quelle. Da sempre con la sua azienda lavora e cerca di realizzare il frutto di idee che guardano avanti e lontano. Studia soluzioni, sposa progetti originali, imbocca percorsi ancora vergini. E mette in quello che fa l’animo perenne di un ragazzino che per certi aspetti non è mai cresciuto. E che non ha assolutamente intenzione di invecchiare.

Il nuovo assetto del Parco della Memoria di via XXIV Maggio a Campobasso è la sua ultima creatura. L’area comunale gli è stata affidata con regolare bando lo scorso anno. Prima alcuni intoppi organizzativi, poi un rallentamento dovuto ad un Covid-19 (non previsto nel capitolato d’appalto) e finalmente la nuova apertura. Domani.

La formula? Nuova naturalmente. Proveniente da fuori, dove il nostro ama sempre guardare per cogliere il meglio. Si tratta del primo pop-up experience in città: uno spazio abbandonato torna a vivere grazie ad aziende di diversa natura che vi si trasferiscono a rotazione senza dover pagare una fee. Naturalmente con un investimento di Punto Immagine (l’azienda di Sipari) nella ristrutturazione degli spazi, a partire dalla realizzazione dei servizi per le persone con disabilità.

Ma nulla si fa da soli. Le esperienze vivono e camminano sulle ali della collaborazione, in genere dell’amicizia. Della voglia di cambiare qualcosa che, nonostante i tempi difficili, in certi imprenditori non si smorzano mai. Così Eliseo per lo start ha coinvolto altri imprenditori come Massimo Maio (Agripet) che curerà il dog park e Domenico Colella (Mazzamauriello) che con Enzo Manocchio proporrà stuzzicanti godurie per il palato. Insieme domani sera taglieranno il nastro di un’operazione realizzata con gli elementi più semplici che ci siano: la fantasia, la grinta, il saper fare, il gusto, il buon gusto, il lavoro, il lavoro, il lavoro…

Sono già presenti, oltre alla ristorazione e al dog park, due campus per bambini. Nel corso delle settimane si susseguiranno altre proposte, altre aziende e altri spazi temporanei per fare vivere la moda, la cucina, lo sport, il commercio e il sociale. Con un evento natalizio già nei disegni dell’imprenditore.

L’auspicio è che il parco si popoli di grandi e piccoli, che offra a tutti i Campobassani l’opportunità di trascorrere momenti di svago e di piacere in compagnia, in coppia, in famiglia. Magari con un buon vinello nel calice e un gustoso tagliere da condividere.

Nel progetto c’è anche una notevole dose di affetto per il quartiere Campobasso Nord, visto che Sipari qui c’è cresciuto. In tempi neanche molto lontani in cui le strade e i marciapiedi della città, veri sostituti delle mura domestiche, spiavano silenziosamente tutte le emozioni dei ragazzi. Le stesse emozioni che gli artefici di questa simpatica operazione vogliono trasmettere ai visitatori a partire da domani, 16 luglio 2020 alle ore 18.