CAMPODIPIETRA LANCIA GLI “ORTI SOCIO-EDUCATIVI”

121
CAMPODIPIETRA

A Campodipietra l’amministrazione dà vita agli “ orti socio- educativi”. Un’iniziativa che nasce da esperienze pregresse e da idee nuove. “Le idee in cantiere sulla scorta del successo di Jazz in Campo erano diverse – spiega il vicesindaco Gianluca Cefaratti – Quella di creare il marchio InCampo spendibile per produzioni agricole a favore della collettività, quella di creare orti educativi per bambini e quella di creare opportunità lavorative soprattutto per le fasce deboli”. Da qui l’idea decisiva: perché non realizzare un grande orto da far coltivare alla gente del posto e usare i prodotti per le degustazioni di Jazz in Campo?
Vengono così coinvolte la scuola locale, l’associazione Il Tratturo per la valorizzazione del territorio e la scuola superiore di Riccia che annovera il Professionale per l’agricoltura con le giuste competenze tecniche. “Tutti si sono mostrati favorevoli ed entusiasti. Il risultato sarà un terreno sotto gli occhi di tutti di circa 3mila metri quadri – aggiunge Cefaratti – in cui verrà coltivato tutto ciò che è possibile con particolare attenzione all’autoctono. I ragazzi del Professionale seguiranno sul piano tecnico e oltre all’aspetto didattico svilupperemo quello sociale: abbiamo valorizzato persone a rischio di esclusione sociale per motivi lavorativi e non solo”.
I prodotti poi verranno utilizzati non solo per Jazz in Campo ma per tutti gli eventi di Campodipietra. Tutto il surplus andrà alle fasce deboli attraverso i servizi sociali.