Disabilità e vita indipendente: finanziati 10 progetti. Venafro, via alle domande

110
disabili autonomia

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali con decreto n. 226/2015 ha finanziato l’Ambito Territoriale Sociale di Venafro per la sperimentazione di un modello di intervento in materia di Vita Indipendente.

L’Ambito Territoriale Speciale di Venafro raccoglierà le domande per l’attivazione di 10 progetti volti ad aumentare l’autonomia delle persone affette da disabilità motoria per favorire l’autogestione dei servizi assistenziali, prevenire l’istituzionalizzazione e i ricoveri non necessari, garantire interventi sempre più personalizzati. Inoltre l’azione intende contrastare l’isolamento e favorire la piena integrazione nei contesti comunitari.

Potranno presentare domanda esclusivamente le persone in situazione di grave disabilità motoria (art. 3 comma 3 della legge 104/1992) residenti in uno dei 16 comuni dell’Ambito di età compresa tra i 18 ed i 65 anni con ISEE valido all’atto della presentazione della domanda di importo pari o inferiore a d euro 30.000,00.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare telefonicamente l’Ufficio di Cittadinanza dell’ATS Venafro al numero 0865.906802 o recarsi presso gli uffici siti in Viale S. Nicandro n.1-Venafro (limitrofi all’attuale sede della Pretura – Giudice di Pace).

Per coloro che avessero difficoltà a raggiungere la sede dell’ATS si ricorda che lo Sportello di Cittadinanza e lo Sportello di Segretariato Sociale sono attivi a cadenza mensile presso i singoli Comuni, dove sono affissi i calendari.