BORMIO, PAOLA GIORGETTA ORGOGLIO DEL MOLISE

115
Paola Giorgetta

Due vittorie consecutive per la giovane atleta team CUS Molise Paola Giorgetta, medaglia di bronzo nella specialità”corsa con le racchette da neve” (25m) e il primo posto sempre nella stessa specialità, però stavolta vincendo la medaglia d’oro per i 50m percorsi in 24 secondi, tutto questo realizzatosi nei giorni scorsi 27 e 29 gennaio nella Comunità montana di Bormio in Lombardia in occasione dei Giochi Nazionali Invernali promossi da Special Olympics. Le Comunità della Valtellina hanno accolto con entusiasmo e grande partecipazione l’evento sportivo di Special Olympics, che ha visto la presenza delle autorità locali e di due professionisti di caratura internazionale come lo slalomista Giorgio Rocca e l’atleta di sci alpino Deborah Compagnoni intervenuti per assistere e onorare tutti gli atleti, circa 460, con e senza disabilità intellettiva, impegnati nelle diverse gare previste per queste competizioni invernali. In questo scenario di socialità e di sport segnato dalla passione e dalla volontà comune di ogni atleta presente di mostrare il proprio valore agonistico e umano, la nostra giovane campionessa Paola Giorgetta ha manifestato, sin dai primi momenti, la sua determinazione ad assumere un atteggiamento vincente, infatti nelle due gare in cui Paola ha partecipato il suo obiettivo di fondo, ovvero quello della vittoria, si è tradotto in azione concreta dove la consapevolezza delle personali capacità tecniche si sono integrate con quelle della passione volta alla partecipazione finalizzata non solo per competere a livello sportivo, ma anche per stabilire e vivere momenti di amicizia e di confronto.
Lo sport inteso nel suo complesso come esperienza umana, grazie ed attraverso il progetto di Special Olympics, rappresenta nelle sue variegate forme ed espressioni una condizione che dà senso all’unità, all’aggregazione ed alla costruzione di rapporti umani dove le differenze personali e culturali vengono percepite come ricchezza per la crescita e lo sviluppo soggettivo di ogni persona, contribuendo in tal modo a sviluppare maggiori possibilità per chiunque intende fare dello sport un suo riferimento di vita, ed è in tale contesto che si colloca l’esperienza vissuta dalla nostra giovane atleta Paola Giorgetta diventando testimone nazionale per lo sport molisano.