IL LAVORO OLTRE LA DISABILITA’, IL BETTOLINO

236
IL LAVORO OLTRE LA DISABILITA’, IL BETTOLINO

Una coltivazione integrata di piante aromatiche e di piante di fiori prodotte dalla cooperativa sociale Il Bettolino di Reggiolo, in provincia di Reggio Emilia. La caratteristica principale? Oltre alla qualità del prodotto bio il lavoro scrupoloso di un gruppo di ragazzi con disabilità. Protagonista una cooperativa che con il proprio marchio “Amici in campo” vende soprattutto alla grande distribuzione: Coop, Conad, Cir Food. Dedita ad attività di inserimento lavorativo delle persone con disabilità psichica o ritardo mentale oggi la coop Il Bettolino conta 50 dipendenti, di cui 27 persone svantaggiate. A cui si aggiunge un mix di educatori e operai, più un’altra cinquantina di giovani in tirocinio formativo o stage, attivati grazie a progetti individuali e convenzioni con l’Asl e i servizi sociali della zona. dispone di 13mila metri quadrati di serre per la produzione di piante in vaso e di erbe aromatiche recise. Alcune di queste serre sono riscaldate grazie al biogas prodotto dalla decomposizione dei rifiuti urbani, utilizzando così fonti di energia alternativa.
E’ una realtà riportata nel supplemento di luglio Expo Milano 2015 di SuperAbile Inail, il magazine per la disabilità che mette in luce i tanti casi in cui il lavoro è diventato strumento di uscita dalla difficoltà.
Per chi volesse visitare questa realtà, ogni anno la cooperativa organizza – a ridosso della Giornata internazionale delle persone con disabilità fissata al 3 dicembre – l’iniziativa “Porte aperte al Bettolino”.

Contatti