INSUPER-ABILI I RAGAZZI DEL MELOGRANO SUL PALCO DEL CARCERE

141
INSUPER-ABILI I RAGAZZI DEL MELOGRANO SUL PALCO DEL CARCERE

Standing ovation per i ragazzi del Centro Socio Educativo per Disabili “il Melograno”, che ieri pomeriggio hanno portato il loro spettacolo teatrale “La Gabbianella ed il Gatto. Vola solo chi osa farlo” all’interno della casa circondariale di Larino.
L’opera, liberamente ispirata al film d’animazione italiano del 1998 realizzato dallo studio Lanterna Magica e diretto da Enzo D’Alò, è basata sul romanzo “Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare” dello scrittore cileno Luis Sepúlveda.
Un’iniziativa in collaborazione con la Direzione del penitenziario frentano, che ha divertito ed emozionato, infondendo speranza nel futuro, per quanto “diverso” e difficile possa apparire.
Come Luis Sepùlveda, infatti, anche i ragazzi, gli operatori ed i volontari del Centro “il Melograno” hanno voluto osare, volendo divulgare attraverso questa rappresentazione teatrale un messaggio importante: l’amore, in tutte le sue mille sfumature, non ha confini, l’amore non si ferma anche quando incontra ostacoli apparentemente insormontabili.
“La compagnia di attori che oggi ospitiamo è molto particolare – ha affermato il direttore della Casa Circondariale Rosa La Ginestra – così come particolari sono il contesto ed il pubblico. Eppure, tra persone particolari ci può essere molto in comune.
Oggi gli attori sono diversamente abili, ma in qualche maniera, in questo momento, anche i detenuti possono essere visti come diversamente abili in questa società. Eppure tutti abbiamo qualche abilità non meglio messa in evidenza. Oggi è la dimostrazione che i diversamente abili sotto tutti i profili, possono essere molto abili sotto altri. Tutto sta a sfruttare i canali giusti e trovare persone che sappiano mettere in evidenza ciò che di buono, di bello, di eccezionale c’è in ciascuno di noi”.