A CAMPOBASSO L’INCIVILTÀ NON HA LIMITI

102
A CAMPOBASSO L'INCIVILTÀ NON HA LIMITI

Non riusciremo mai a capire perché mai, mentre un uomo da un lato della strada pianta un fiore, dall’altro lato della strada ce n’è un altro che lo distrugge.
Questa è una triste storia che si ripete sempre più spesso a Campobasso, in cui aree riservate a bambini e disabili o parchi verdi adibiti al miglioramento della vita in città, diventano vere e proprie vittime di spregevoli atti vandalici. Comportamenti vergognosi presi troppo poco in considerazione.
A Villa Musenga (ex Villa dei Cannoni), nel centro di Campobasso, le giostrine per bambini disabili sono state totalmente divelte. Simone Cretella, consigliere comunale, scrive così:
” Era un’altalena riservata per bambini costretti a vivere su una sedia a rotelle, oggi è un’installazione non più utilizzabile da chi ne avrebbe diritto. ”
Bisognerebbe riflettere tanto su questi episodi che direttamente ci coinvolgono e sempre più ci sconvolgono.