COMPOSTAGGIO DOMESTICO, L’INIZIATIVA A SAN SALVO

133
Compostiamo

La taskforce ambientale del Comune di San Salvo ha effettuato controlli nelle abitazioni delle famiglie che hanno aderito al programma “Compostiamo, la nuova vita nasce dal compost”. Verifiche per accertare la regolarità del processo seguito nell’eseguire il compostaggio domestico, che avviene attraverso apposite compostiere.
Con il compostaggio domestico c’è un minore conferimento di rifiuti che comporta un sensibile risparmio sul pagamento della Tari (tassa sui rifiuti). Infatti nel Regolamento per l’Imposta Unica Comunale è prevista la riduzione del 15% della quota variabile della tariffa del tributo a tutto vantaggio di chi ha aderito al programma di compostaggio domestico in modo continuativo.
«Siamo impegnati affinché cresca tra i nostri concittadini – dice il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca – la consapevolezza che tutti devono fare la loro parte per la salvaguardia e la tutela dell’ambiente. La raccolta differenziata fatta in maniera corretta e nel rispetto del calendario di consegna, aiuta a effettuare il raggiungimento delle quote di riciclo».
L’assessore all’Ambiente Angiolino Chiacchia esprime soddisfazione per i risultati ottenuti con il compostaggio domestico e si augura che possa aumentare il numero di coloro che vorranno aderire al programma “Compostiamo”.
Si ricorda che è attiva nella zona industriale l’isola ecologica dove possono essere conferiti tutti i rifiuti, esclusivamente di provenienza domestica, in modo indifferenziato tranne secco residuo, organico e rifiuti pericolosi.