GENITORI E FIGLI, TROPPO PROTETTIVI O TROPPO PERMISSIVI?

130
GENITORI E FIGLI, TROPPO PROTETTIVI O TROPPO PERMISSIVI?

A guardare i numeri dei partecipanti all’incontro svoltosi ieri pomeriggio presso il Centro culturale Aldo Moro con il prof. Giorgio Nardone, psicologo e psicoterapeuta, si può tranquillamente affermare che il progetto “Chi c’è in ascolto” oltre a cogliere nel segno è stato in grado di saper scegliere relatori di tutto prestigio.
Un impegno portato avanti dall’Assessorato alle Politiche sociali del Comune di San Salvo per la realizzazione di politiche per la coesione sociale. Il tema era quanto mai allettante per ascoltare la relazione sull’arte della comunicazione in ambito familiare che ha permesso di mettere a nudo comportamenti iperprotettivi o troppo permissivi dei genitori nel percorso formativo dei bambini, con tutte le conseguenze non sempre positive per i figli con l’insorgenza anche di fobie. Grande attenzione è stata riservata all’ascolto dell’intervento del prof. Nardone, in una sala gremita da genitori, psicologi, pedagogisti, educatori, insegnanti e operatori sociali.
«L’incontro con il prof. Nardone è stato un momento essenziale quanto utile al percorso che stiamo compiendo con il progetto “Chi c’è in ascolto?” – spiega il sindaco Tiziana Magnacca – con il lavoro svolto dall’Assessorato alle Politiche sociali e la Cooperativa SGS. Un lavoro strutturato in varie fasi che ci ha consentito di avviare un percorso di ascolto con uno sguardo più attento della nostra comunità, che non è esente da tensioni sociali ed economiche, le quali si riverberano in particolare nelle famiglie, la prima e più importante cellula educativa della nostra società».
Il sindaco evidenzia il grande impegno di questa amministrazione per le politiche sociali impegnando risorse di bilancio potendo contare su professionalità ampiamente rodate e preparate per dare risposte ai diversi contesti emergenziali.