GIOVANNI MUCCIACCIA: ATTACCHI D’ARTE A CAMPOBASSO

212
GIOVANNI MUCCIACCIA: ATTACCHI D’ARTE A CAMPOBASSO

“Questa città mi è particolarmente cara, perché 14 anni fa da qui partì la mia esperienza nelle piazze”. Giovanni Mucciaccia, la star di Art Attack, idolo dei bambini ma anche di tanti genitori, era ieri pomeriggio a Campobasso, all’azienda agricola VINICA di Ripalimosani, per uno spettacolo didattico di beneficienza. “Nel 2001 il programma era da poco sulla Rai e il Comune di Campobasso mi invitò per la festa del Corpus Domini per fare un evento di piazza. Non ne avevamo mai fatti, ma decidemmo di accettare, di provare. Da lì iniziò un tour per l’Italia che mi ha fatto conoscere tantissime piazze”. In effetti nel 2001, quando l’assessore alla Cultura Sandro Arco decise di dare ai Misteri una marcia in più dedicando momenti speciali ai bambini, fu coinvolta anche l’UNICEF Molise e Mucciaccia fu l’ospite di un pomeriggio di grande successo. L’idea piacque più del previsto: piazza Municipio era gremita, la gente arrivava a frotte dal Molise, dal Beneventano, dal Foggiano, al punto di mettere sull’attenti anche l’ordine pubblico.
E ieri, al suo ritorno, i bambini erano quasi 200. Il loro beniamino era con loro, ha giocato e si è fatto prendere da attacchi d’arte coinvolgenti e divertenti. Ha disegnato col loro, trasmettendo con immediatezza e semplicità grande passione per il suo pubblico e il suo lavoro, ma soprattutto un’elevata preparazione sui temi e su tutto quello che può essere chiamato arte. “Oggi noi di Art Attack siamo Su Rai YoYo – ha spiegato Mucciaccia, che nasce professionalmente nel teatro e che poi è passato alla tv – perché l’azienda tende a canalizzare il pubblico in modo tematico. Speriamo di crescere e non escludiamo nulla per il futuro”. La trasmissione ha infatti come target l’intero gruppo famiglia, non si limita ai bambini: inserirla in una delle ammiraglie della tv di Stato potrebbe essere una scelta di alta qualità, sempre che la qualità sia ancora un obiettivo di chi disegna i nostri schermi.
Ottimo conduttore, persona capace, al termine della festa si è fermato per regalare ai piccoli fans, uno ad uno, autografi, posa fotografica e sorrisi. Gli stessi che tutti i partecipanti hanno voluto restituire con la loro offerta a chi è più sfortunato.
“Le offerte raccolte ci permetteranno di far curare i denti a tanti che non ne hanno la possibilità – ha spiegato Loredana Costa, presidente dell’associazione Dalla Parte degli Ultimi, partner del progetto insieme allo studio dentistico Gianserra”. Un sorriso che tante famiglie, soprattutto se immigrate, non possono permettersi. “Molti dei miei colleghi vanno in villaggi africani a curare i denti – ha spiegato Rodolfo Gianserra- Noi abbiamo pensato di cercare sul posto l’Africa che ha bisogno di noi e di metterci a disposizione”.