Mutismo selettivo, facciamo il punto

1470
MUTISMO SELETTIVO, FACCIAMO IL PUNTO

Ci sono situazioni in cui i bambini parlano a casa con i familiari, ma a scuola no. Altre in cui il bambino parla con i familiari più stretti, mentre con altri, tipo i cugini o i nonni non riesce a proferire parola. Questo tipo di manifestazione da parte del bambino viene definita in termini tecnici mutismo selettivo.
Il mutismo selettivo ha diverse forme e diverse gravità. Il mutismo può essere anche totale se il bambino non parla con nessuno. Ci sono casi in cui il bambino può parlare solo con i compagni e smettere ogni volta che un adulto qualsiasi si avvicina tanto da sentirlo. Se il bambino parla con qualcuno all’interno della scuola può farlo a volume normale di conversazione, ma più spesso “bisbiglia” a voce molto bassa solo in particolari situazioni. Capita spesso che il bambino con mutismo compensi la mancanza di parola attraverso una mimica vivace: sguardo, espressione della faccia e gestualità possono apparire molto ricche e comunicative. Altre volte invece il bambino è rigido nei movimenti, evita lo sguardo, evita la vicinanza fisica, non sorride, riduce anche la comunicazione non verbale. Nel nuovo Manuale Diagnostico internazionale (DSM-V), il mutismo selettivo è stato inserito tra i Disturbi d’ansia. Il bambino vorrebbe parlare e comunicare, ma non riesce perché una forte ansia lo impedisce.
Il trattamento non è quindi focalizzato direttamente sul linguaggio, bensì sulla riduzione graduale dell’ansia. Quando il bambino è molto piccolo può non essere necessario un intervento diretto su di lui, basta creare un ambiente positivo, non far percepire al bambino la nostra ansia rispetto al suo silenzio, rassicurandolo che riuscirà a parlare quando sarà pronto, concentrarsi su momenti belli e divertenti insieme, premiando tutti i suoi sforzi per interagire con gli altri e infine quando il bambino inizia a parlare non bisogna agitarsi. La consapevolezza del problema da parte di tutti, un atteggiamento che eviti la pressione a parlare e un ambiente rassicurante bastano per attenuare i sintomi del mutismo selettivo.