VINCHIATURO, GIOVANI CHEF E CAMERIERI DOC IN AZIONE

329
VINCHIATURO, GIOVANI CHEF E CAMERIERI DOC IN AZIONE

Tra i giovani allievi dell’I.P.S.E.O.A, l’Istituto Professionale Servizi Enogastronomici e Ospitalità Alberghiera di Vinchiaturo, l’emozione si respirava netta. In cucina, in sala, tra i corridoi allestiti per l’evento i ragazzi, ciascuno nel proprio ruolo, hanno cercato di dare il meglio. E ci sono riusciti. Quella di ieri è stata la giornata dedicata alla sana alimentazione mediterranea, Chefai prodotti locali e alle modalità di preparazione e cottura degli stessi. L’iniziativa è stata promossa dalle Camere di Commercio di Campobasso e Isernia: ministand espositivi di prodotti locali, degustazioni, un convegno su “ Dieta Mediterranea ed Expò 2015” e un laboratorio del gusto curato dai docenti e dagli operatori della scuola insieme ai ragazzi. Momento cruciale per gli allievi il pranzo: i convegnisti sono stati ospiti d’eccezione e spettatori di uno show cooking, con illustrazione dei passaggi dalla preparazione all’impiattamento. Nel back-stage, prima del pranzo, i ragazzi hanno concentrato tutte le energie per fare una bella figura insieme ai loro maestri di sala o di cucina. Variegati nella divisa che deve essere sempre impeccabile, gli aspiranti chef hanno potuto così mettere in pratica il lavoro e lo studio che vengono condotti durante l’anno scolastico. Chef maestriLa figura del cuoco è stata portata alla ribalta negli ultimi anni dalle tante trasmissioni televisive, ma nella pratica quotidiana è un mestiere non semplice: richiede passione e impegno. Non tutti gli iscritti infatti riescono a proseguire, posti davanti alle difficoltà di un mestiere che non ha né sabati né domeniche e che richiede tanta disponibilità. Ma per chi arriva al traguardo spesso si aprono prospettive interessanti. “Molti ragazzi hanno già un’attività in famiglia e lì lavorano – ci spiegano i docenti – Ma tanti si avviano alla professione procurandosi lavoretti e facendo stage retribuiti durante il percorso, scoprendo passo dopo passo il mondo della ristorazione. Certo, i talenti si riconoscono subito: molti dei nostri ragazzi oggi lavorano in strutture o attività di alto livello fuori regione, soprattutto al Nord”. I primi due anni di alberghiero sono uguali per tutti, il terzo è quello della qualifica, della specializzazione verso la cucina, verso la sala oppure verso la direzione (reception). L’istituto, diretto da Giancarlo Marra, possiede due cucine, una piccola e una seconda, molto grande, realizzata da poco in seguito all’aumento di iscritti. Poi ci sono gli addetti alla sala che, professionali nella loro uniforme, hanno dato prova di preparazione e soprattutto di convinzione. Un back-stage interessante e cordiale quello dell’Alberghiero di Vinchiaturo questa mattina, anche il clima umano gioca la sua parte in un mestiere dedito all’accoglienza e alla soddisfazione di una clientela sempre più preparata e quindi esigente.

FOTOGALLERY