40 MIGRANTI COME ADDETTI AL SETTORE ALIMENTARE

91
40 MIGRANTI COME ADDETTI AL SETTORE ALIMENTARE

La maggior parte dei migranti ospitati presso il Centro di Prima Accoglienza “Le Dune” di Petacciato (CB) ha partecipato, nei giorni scorsi, a due momenti formativi finalizzati all’acquisizione dell’attestato per “Addetti al settore alimentare” (ex libretto sanitario); si tratta di addetti che non manipolano direttamente gli alimenti ma che per lavoro entrano in contatto con essi.
Le due edizioni del corso, che sono state realizzate grazie all’impegno gratuito dell’ente di formazione professionale Terminus in collaborazione con l’Asrem, hanno avuto la durata di 6 ore ciascuno e si sono tenute nella sala multifunzionale del Centro ed hanno visto la partecipazione di oltre 40 migranti.
Il docente dei corsi è stato il dottor Antonio Marzoli dell’Asrem di Termoli che, anche con l’ausilio delle mediatrici del Centro, ha fornito ai discenti le principali nozioni relative all’igiene degli alimenti, alle malattie trasmissibili con gli alimenti, all’igiene dei locali e all’igiene della persona.
La direttrice dell’ente Terminus, Isabella Rizzo, ha coordinato i due interventi formativi e ha sottolineato che «la frequenza ad un percorso del genere è indispensabile per poter lavorare in vari settori: camerieri, lavapiatti, trasportatori, addetti all’industria conserviera, magazzinieri, addetti alla produzione di paste alimentari secche, addetti alla produzione di vini e bevande, etc.».
Il direttore del Cpa “Le Dune” (gestito dalla Senis Hospes), invece, oltre ad esprimere il proprio apprezzamento e quello della società per il coinvolgimento dell’ente di formazione Terminus e dell’Asrem, ha messo in rilievo il fatto che «la partecipazione alle attività formative promosse dalla Cooperativa in favore dei migranti rappresentano un importante momento didattico, che potrebbe avere ricadute positive sul loro personale progetto di vita e di lavoro e un’occasione per agevolare e favorire una scelta pienamente rispondente alle esigenze individuali».
Tutti i partecipanti hanno superato il test finale in base al Reg (CE) 852/2004 e alla DGR 372/2008 ed è stato consegnato loro l’attestato per “Addetto al settore alimentare”.