Ad Hayet falegnameria ed orto biologico a disposizione di tutti

81

Hayet nasce dall’esperienza di chi si è impegnato nel lavoro della costruzione dei centri d’accoglienza straordinaria (CAS) in Molise. La nuova cooperativa si propone di intervenire sui servizi di accoglienza dei profughi, degli indigenti e degli immigrati, ma anche di soggetti svantaggiati in generale. Svolge un lavoro di alfabetizzazione, orientamento, inclusione sociale e lavorativa attraverso laboratori di creazione, di lavoro e imprenditorialità, come i due progetti di falegnameria e agricoltura che risultavano essere già ben avviati e, ora, seguiti da Hayet.

La settimana scorsa ci siamo occupati di Hayet, la nuova cooperativa sociale, nata poche settimane fa in Molise, della quale Salvatore dell’Oglio ne è presidente. Prima della nascita di Hayet già erano attivi dei progetti che, attualmente, sono gestiti della cooperativa. Essi sono due progetti molto interessanti e soprattutto rappresentano anche una sorta di formazione per i migranti e per i ragazzi che collaborano con la cooperativa, in quanto c’è la possibilità di apprendere dei lavori veri e propri. Per esempio attraverso Baye fall art – Laboratorio di falegnameria e riciclo creativo, vengono costruiti vari oggetti in legno attraverso bancali riciclati. Sono graziosi mobiletti adatti sia all’arredo interno, sia all’arredo esterno. In continua produzione ci sono:

  • panche da giardino con tavolino;
  • porte scorrevoli per armadi a muro;
  • cassettiere e scaffali;
  • mensole;
  • scrivanie e librerie;
  • mobiletti per la cucina;
  • sedie e tavoli;
  • cucce per cani.

Hayet è disponibile a prendere ordinazioni per qualsiasi pezzo d’arredo possibile da realizzare con i bancali riciclati.

L’altra attività in corso è quella della Fattoria Griot – Agricoltura sociale, bio e a km 0. I ragazzi portano avanti la coltivazione di prodotti biologici assieme ad un piccolo allevamento. La piantagione prevede ortaggi di diverso tipo, erbe officinali, una serra e un piccolo allevamento naturale di polli e ovaiole. Si tratta di un circuito di acquisto solidale che permette ai ragazzi di avere un riconoscimento per il proprio lavoro e la propria dedizione. Ovviamente la coltivazione e la conseguente disponibilità dei prodotti dipende dalle stagioni.

Per qualsiasi informazione sulla cooperativa basta scrivere una mail a hayetets@gmail.com, mentre per avere notizie sui prodotti disponibili presso la falegnameria e presso l’orto bisogna contattare Fabrizio Russo al numero 347.30.23.863.