CAMPOMARINO E PETACCIATO FANNO SPAZIO AI MIGRANTI

145
Immigrati-scelta

Per favorire l’accoglienza e l’integrazione dei migranti nel territorio in cui sono stati inseriti, il Centro Accoglienza Sweet Dream’s di Campomarino organizza una serie di attività, incontri, eventi, per avvicinare migranti e cittadini. Da un lato i primi hanno modo di apprendere e comprendere la cultura non solo italiana ma anche quella locale, con la quale devono confrontarsi, alla quale devono adattarsi e che devono rispettare. Dall’altro si mira di trasmettere ai cittadini il concetto che i migranti sono oggi sempre più una realtà e non una fase momentanea. Sono persone, sono individui, ognuno con una propria storia, e che i centri di accoglienza sono solo il primo passo nel percorso di integrazione nel nostro territorio. Nel centro di accoglienza ci restano sei mesi, ma i più sono venuti in Italia per restarci una vita. In questa ottica è stato organizzato l’evento “Con una partita partiamo: Lo sport mezzo di conoscenza, confronto e scambio” previsto per domani 22 Marzo alle 10 nei Campi Sportivi alle spalle dell’oratorio di Campomarino con un incontro di Volleyball, uno degli sport più diffusi nei paesi di provenienza dei migranti ospiti della struttura. Un momento di conoscenza e di confronto di culture diverse che inizia con il mezzo che accomuna di più…lo sport.
Gli studenti dell’Istituto Superiore di Larino, l’Istituto Professionale per i Servizi Commerciali e Socio Sanitari di Campomarino e gli studenti dell’Istituto Comprensivo, hanno già confermato la loro partecipazione e il loro desiderio di confronto e di socializzazione.
Accadrà qualcosa di simile per il Centro di Prima Accoglienza Le Dune e per l’Istituto Scolastico Comprensivo di Petacciato che hanno programmato alcune iniziative nell’ambito di un progetto denominato “La scuola incontra i migranti”.
Domani 22 marzo i migranti incontreranno i ragazzi delle classi terze della scuola media dell’Istituto Comprensivo di Petacciato nel Centro Anziani “L’Incontro” di Via Tremiti alle 9.30.
Tre migranti, due provenienti dal continente africano (Costa d’Avorio e Somalia) e uno dal continente asiatico (Pakistan), racconteranno la loro storia, i luoghi da cui provengono, il viaggio per raggiungere l’Italia, descrivendo il loro percorso umano e “geografico” facendosi accompagnare da immagini e video fotografici personali.
Infine, gli studenti interagiranno con i migranti attraverso la formulazione di domande e curiosità rispetto ai racconti, alle testimonianze e alla cultura di appartenenza dei migranti.
L’obiettivo del progetto La scuola incontra i migranti è quello di porre in risalto la tematica dell’integrazione e dell’inclusione in favore dei migranti ed è stata l’occasione per loro di implicarsi in maniera più diretta con il territorio; mentre gli allievi dell’Istituto scolastico avranno modo di conoscere, grazie alle tre testimonianze, usi e costumi dei loro Paesi di provenienza, culture e tradizioni diverse da quella italiana, nonché il viaggio compiuto per raggiungere l’Italia, che sono divenute possibilità di riflessione su di sé, sul proprio vissuto e sugli altri.