Il cricket, stasera partita speciale a Petacciato

In campo i migramti dei due centri di accoglienza e i veri valori dello sport

493
IL CRICKET, STASERA PARTITA SPECIALE A PETACCIATO

Nell’ambito delle attività di integrazione promosse dalla “Senis Hospes Società Cooperativa Sociale” e dalla “Cosmo Cooperativa Servizi Molisana” che gestiscono, rispettivamente, i Centri di Prima Accoglienza “Le Dune” e “Al Colle” di Petacciato, si svolgerà stasera una partita dimostrativa di cricket tra due selezioni di migranti residenti presso i due Centri.
L’appuntamento è alle ore 17 al campo sportivo “Marchesi Battiloro”, messo cortesemente a disposizione dall’amministrazione comunale di Petacciato, che ancora una volta va segnalata per la grande disponibilità manifestata per iniziative di questo genere in favore dei migranti o che vedono protagonisti gli stessi.
Siccome lo sport rappresenta un aspetto fondamentale della nostra società, può diventare un veicolo importantissimo per favorire, in maniera forte e netta, relazioni positive tra i migranti e, soprattutto, tra italiani ed immigrati, da cui possa derivare una progressiva e decisa integrazione ed una vera “contaminazione positiva”.
Per questo motivo presso i due Centri di accoglienza i rifugiati hanno sempre avuto la possibilità di praticare sport e questa scelta si è sempre rivelata un’esperienza di crescita positiva e, in particolare, il gioco di squadra ha favorito sia lo sviluppo del senso di collaborazione e condivisione, sia il rispetto delle regole.
Questo è il senso che ha avuto l’organizzazione di questa partita di cricket tra ragazzi di origine pakistana.
Vi è anche un altro significato che gli organizzatori vogliono dare alla partita ed è legato alle caratteristiche del cricket: «Il cricket deve molto della sua unicità al fatto che dovrebbe essere giocato non soltanto secondo le proprie regole ma anche secondo lo Spirito di Gioco. Qualsiasi azione che sia vista come contraria a questo spirito causa un danno al gioco stesso. La responsabilità principale di assicurarsi che il gioco sia condotto secondo lo spirito del fair play è dei capitani. Essere uniti consente di migliorare».