Migranti: stranieri o persone? Storie di reportage e cronaca sul campo

Annalisa Camilli, giornalista dell'Internazionale, dopo anni di reportage e cronaca sul campo, ha scritto il libro “La legge del mare. Cronache dei soccorsi nel Mediterraneo” che verrà presentato il 21 dicembre a Termoli.

TERMOLI PRESENTA LA CITTÀ INVISIBILE

In mare non ci sono stranieri o cittadini, clandestini o rifugiati, ma solo naviganti e naufraghi. I primi sono costretti da una legge naturale a soccorrere i secondi. Perché, come nel riflesso di uno specchio, tutti i naufraghi sono stati naviganti, tutti i naviganti potrebbero diventare naufraghi“.

Annalisa Camilli, giornalista di Internazionale, dopo anni di reportage e cronaca sul campo, ha scritto il libro “La legge del mare. Cronache dei soccorsi nel Mediterraneo“. La giornalista sarà a Termoli a presentare il suo libro sabato 21 dicembre, alle ore 18, ospite alla Città invisibile, in piazza Olimpia 1, nell’ambito del ciclo di incontri Tutta un’altra storia. Camilli rimette insieme i pezzi di una storia che negli ultimi tre anni ha fatto degli sbarchi un tema centrale. Avendo vissuto in prima persona soccorsi e naufragi, la giornalista racconta gli avvenimenti, inserendoli nel contesto delle narrazioni mediatiche.

Più osservavo, testimoniavo, facevo cronaca, intervistavo i protagonisti e gli esperti, più mi accorgevo di smentire quella narrazione urlata, fatta di preconcetti, costruita a tavolino, spesso diffusa con gli strumenti della propaganda“.