Protezione Internazionale: dall’accoglienza ai processi di autonomia. Per saperne di più

Servizio Centrale, Corte di Cassazione, Commissione territoriale di Bologna, Medici Senza Frontiere, Regione Emilia Romagna, docenti universitari, esponenti di Asgi, Ciac onlus, Comune di Ravenna in collaborazione con Alma Mater Studiorum, tutti insieme, a Ravenna, dal 9 al 13 luglio 2018, cercheranno di capire cosa sta succedendo al diritto di asilo

51
migranti

Il 16 maggio la Commissione Europea pubblica l’aggiornamento sullo stato dell’implementazione dell’Agenda UE sulla migrazione. Dal rapporto emerge che gli arrivi dei migranti sono in calo sulla rotta del Mediterraneo centrale, quella che porta in Italia, in quanto dal 6 maggio 2018 si registra un -77% rispetto allo stesso periodo del 2017, mentre tutte le altre rotte, sia di terra che di mare, appaiono in crescita con picchi importanti, in particolare al confine terrestre fra Turchia e Grecia; si parla di 9.349 arrivi rispetto ai 5.582 del 2017.

Per quanto concerne la questione della Libia, più di 1.000 rifugiati sono rilasciati dai centri di detenzione nel 2018, grazie agli interventi dell’UNHCR (United Nations High Commissioner for Refugees) e più di 15.000 i migranti assistiti dall’OIM (Organizzazione Internazionale per le Migrazioni) nel rimpatrio dalla Libia ai loro Paesi nel periodo novembre 2017/marzo 2018. Sempre in Libia dalla fine del 2017 ad oggi sono evacuate 1.474 persone, di cui 312 verso l’Italia e 1.152 verso il Niger, in attesa di essere poi reinsediati in altri Paesi.

Per quanto concerne il tema molto caldo dei rimpatri le statistiche dimostrano che in Italia il numero di persone rimpatriate occupa il 19,44% (circa 7.000 rimpatriati nel 2017 a fronte di 36.240 espulsioni comminate). Il dato è in linea con gli anni precedenti (nel 2014 è del 20,99%).

Dal 9 al 13 Luglio, a Ravenna, ci sarà incontro di studi e seminari intitolato La Protezione Internazionale: dall’accoglienza integrata ai processi di autonomia in cui si cercherà di capire cosa sta succedendo al diritto di asilo, a partire dall’Europa fino alle nostre comunità locali.

Il programma è il seguente:

Lunedì 9 luglio, ore: 15-18; martedì 10 luglio ore: 9-11
1) Il sistema europeo comune di asilo. Normativa, politiche, flussi e tendenze nell’Unione europea;
Martedì 10 luglio, ore: 11-13; 14-18; mercoledì 11 luglio, ore 9-13
2) La valutazione delle domande di protezione internazionale: la fase amministrativa e giurisdizionale alla luce delle recenti riforme. Ricerca delle informazioni sui Paesi di origine (Coi) e approfondimento di casi specifici;
Mercoledì 11 luglio, 14-18; giovedì 12 luglio, ore 9-13; 14-16
3) Accogliere e includere nelle comunità locali. Stato dell’arte e prospettive in Europa e in Italia. Lo Sprar, infrastruttura nazionale e territoriale del sistema di accoglienza: una visione sistemica che promuove innovazione sociale;
Giovedì 12 luglio, ore 16-18; venerdì 13 luglio 9-12
4) “Uscire dall’accoglienza”. Percorsi di autonomia nello Sprar, interazioni con la rete dei servizi territoriali e la cittadinanza per comunità territoriali più competenti ed inclusive.

Il costo è di 120 €. Per ulteriori informazioni seguire il link http://www.unibo.it/en/teaching/summer-and-winter-schools/summer-winter-schools/la-protezione-internazionale-dallaccoglienza-integrata-ai-processi-di-autonomia-5583

Articolo a cura di Natascia Testa