PEGGIORI FERROVIE, MOLISE-ROMA NELLA TOP 10

204

Campobasso-Isernia-Roma tra le 10 linee ferroviarie peggiori d’Italia. Il sospetto, come dire, c’era già, ma stavolta la valutazione arriva da uno studio condotto da Legambiente che ha stilato proprio una classifica del triste viaggiare. Ed ecco la descrizione oggettiva della situazione molisana emersa dall’indagine. “Un unico binario tra Campobasso e Venafro è la ragione di tempi di percorrenza assai lenti che rendono gli spostamenti poco efficienti, oltre a treni in larga parte vecchi. Recentemente sono state chiuse le biglietterie a Isernia e a Campobasso. Dei tanti pendolari che si muovono tra Campobasso e Roma molti di quelli che vorrebbero farlo in treno sono costretti a prendere l’auto”. Un quadro che poco differisce dalle altre linee nella lista nera: la Circumvesuviana, la Roma Nettuno, la Padova-Calalzo, la Potenza-Salerno,…. Il lavoro di Legambiente si inserisce nell’ambito della sua campagna Pendolaria, dedicata alla mobilità sostenibile e ai diritti di chi ogni giorno si sposta in treno. La mobilitazione coinvolge tutte le Regioni italiane per chiedere più treni per i pendolari, nuove carrozze e servizi migliori. Perché la vita dei pendolari, purtroppo, non migliora e il futuro si fa sempre più incerto. “Anche quest’anno, infatti, a fronte di tagli del servizio e aumenti del prezzo dei biglietti in diverse regioni, i disagi per i fruitori del trasporto pubblico su ferro sono su molte tratte aumentati – afferma il rapporto – complici governo e amministrazioni regionali che non hanno investito in attenzione e risorse per i treni pendolari.

Leggi la classifica