Portocannone, l’indennità della Giunta per le fasce deboli

Una promessa elettorale oggi divenuta realtà: la giunta comunale di Portocannone ha, infatti, deliberato la rinuncia all'indennità dei suoi componenti per destinarla alle fasce deboli.

293

Con atto deliberativo della Giunta Comunale di Portocannone, Sindaco, Vicesindaco e Assessore hanno formalmente rinunciato all’indennità di carica e ai gettoni di presenza loro spettanti per la carica ricoperta. Una somma che ad oggi corrisponde a 4535,15 euro e che verrà destinata al potenziamento delle attività promosse, nel comune, a sostegno delle fasce deboli. La rinuncia all’indennità da parte della giunta durerà fino alla fine del mandato della stessa nel 2021, per un risparmio, a favore dei più bisognosi, quantificabile in oltre diecimila euro l’anno. Una bella cifra che potrà essere impiegata per intervenire in situazioni di particolare necessità per le famiglie che vivono situazioni di difficoltà.