I principi della Costituzione e il sostegno alla famiglia tra i temi del volontariato molisano

39
cena solidale

Da San Martino in Pensilis ad Isernia le associazioni di volontariato molisano sono sempre attive sul fronte della progettazione e delle attività rivolte alle persone, promuovendo incontri che spaziano dall’educazione civica all’ambiente, dal sociale al sostegno a chi vive situazioni di particolare disagio. Il Centro di Servizio per il Volontariato del Molise ha sottolineato la rilevanza di due eventi di prossima realizzazione nei due centri della regione.

A San Martino in Pensilis, proprio oggi 8 febbraio alle ore 17, si terrà l’incontro “Cittadinanza, legalità  e Costituzione“, promosso dall’Associazione di volontariato del paese, presieduta da Celeste Vitale, rivolto agli studenti delle ultime tre classi delle scuole superiori, con la finalità  di promuovere la legalità  e la democrazia nelle nuove generazioni e formare cittadini solidali e responsabili. L’apertura dei lavori è affidata a Micaela Bruno, che relazionerà  su ‘Educazione alla legalità’. Sarà poi la volta di Costantina Caravatta –sul tema ‘La Costituzione Italiana’. Successivamente interverranno Clementina Vitale con ‘Educazione alla cittadinanza’; Gianluca Carriero ‘Carta dei Diritti dell’Unione Europea’; don Antonio Giannone ‘Assemblea Costituente e Vaticano’. L’evento sarà coordinato da Giuseppe Carriero.

Su Isernia, invece, l’Associazione culturale KamaEira è pronta a lanciare il servizio “Ditelo a mamma e papà“, un’iniziativa nata allo scopo di dare concrete risposte alle famiglie e, insieme al resto della progettazione posta in essere dal sodalizio guidato da Melina Loffredo, intende diventare uno mezzo di sostegno psicologico, pedagogico e assistenziale per le persone in difficoltà. Ampio spazio verrà destinato anche al fenomeno del bullismo. Pertanto, la prima sezione attiva denominata “Balla coi bulli” sarà interamente dedicata al dibattito su questo tema. La seconda sezione, di immediata realizzazione, sarà quella denominata “Una tata per me” e sarà incentrata su reclutamento e formazione. In contemporanea partirà “Badami ancora“, progetto finalizzato sempre alla selezione e alla formazione di badanti e caregiver.