Quel che passa il convento: il progetto molisano ha bisogno del tuo aiuto. Vota anche tu!

100
quel che passa il convento

Promuovere l’integrazione socio-lavorativa dei migranti e delle persone che si trovano in condizioni di disagio utilizzando terre pubbliche incolte per realizzarvi attività produttive. E’ questo l’obiettivo del progetto “Quel che passa il convento“, realizzato dalla cooperativa sociale Man Hu di Ripalimosani, in collaborazione con il Comune di Ripalimosani, l’A.T.S., la Scuola di Ruralità “Francesco Longano”, l’Associazione “Dalla parte degli Ultimi”, l’Associazione di Promozione Sociale “Man Hu” e la Digital Farm di “Coltivatori di Emozioni”.

2,5 ettari di terreni incolti concessi dal Comune per avviare un’attività di orticoltura e di coltivazione della canapa. Ma anche il ripristino di un antico canapaio in disuso presso il Convento di San Pietro Celestino V, luogo dove verranno formati i migranti ospiti del centro SPRAR per acquisire competenze in campo agricolo e rilanciare l’economia dei funai, che storicamente ha trainato l’economia locale.

Sono queste le attività messe in campo da “Quel che passa il convento” che concorre alla competizione Aviva Community Fund per aggiudicarsi un premio in denaro funzionale a portare avanti le azioni previste dal progetto. Ad aggiudicarsi i premi messi in palio dall’organizzazione del concorso saranno i progetti più votati. Esprimere il proprio voto è semplice. Basta registrarsi sul portale e votare il progetto preferito.

Sostieni anche tu il progetto molisano con il tuo voto!