Reddito di Inclusione, autorizzate nuove assunzioni di assistenti sociali

10253
reddito-di-incusione-rei

È stato approvato il 19 dicembre dalla Commissione Bilancio della Camera, l’emendamento che prevede la possibilità di assumere assistenti sociali, con contratto a tempo determinato, al fine di garantire una più efficace implementazione sul territorio delle attività legate alla gestione del cosiddetto Rei, Reddito di Inclusione, misura nazionale nata quale strumento di contrasto alla povertà e fruibile a partire dal 1 gennaio di quest’anno.

La possibilità di aumentare il numero di risorse umane che operano su questo progetto, come spiegato da un articolo di Vita, vuole essere una risposta alle esigenze dei comuni spesso senza un servizio sociale professionale adeguato o del tutto carente.

Si stima che in Italia ci sia circa un assistente sociale ogni 9-10mila persone. Un numero troppo basso per poter fronteggiare l’enorme mole di lavoro che i servizi sociali si trovano ad avere di fronte.

Nuove assunzioni di assistenti sociali nell’ambito del Rei potranno, comunque, esserci solo rispettando determinati vincoli di bilancio.