Riccia, il consiglio dei piccoli ottiene l’isola pedonale

1817
Riccia, il consiglio dei piccoli ottiene l’isola pedonale

Da venerdì sera e per tutti i fine settimana d’estate sarà chiusa al traffico piazza Umberto. L’isola pedonale è pensata per il passeggio di tutti ma in particolar modo per quello delle famiglie. La misura assunta dall’amministrazione viene presa in corrispondenza dell’ultimazione dei lavori per la realizzazione del parco giochi dei bambini nella villa comunale davanti alle scuole elementari Michele Cima. Una scelta che l’amministrazione Fanelli ha compiuto raccogliendo l’invito del consiglio comunale dei bambini, costituito su impulso della stessa amministrazione e dell’Unicef. Un parco che invita in tutti gli elementi al rispetto dell’ambiente, essendo realizzato con materiali riciclabili e prevedendo percorsi di insegnamento alla raccolta differenziata.

«Pensiamo al benessere e alla socialità di tutti e in particolar modo delle famiglie che nelle sere d’estate si ritrovano a uscire e apprezzare la particolarità nei luoghi che troppo spesso non riusciamo a fruire per eccesso di traffico – osserva il sindaco Fanelli – E pensiamo alla gioia dei bambini che hanno anche nel cuore del paese la loro piccola città. Così ovviamente aiutiamo anche gli esercizi commerciali e la qualità del soggiorno di chi decide di trascorrere qualche giorno d’estate nel nostro comune. Il cartellone delle attività estive è stracolmo di appuntamenti interessantissimi e divertenti, ma anche nella quotidianità si avverte l’esigenza di passeggiare e stare bene all’aperto. Il parco giochi e l’isola pedonale dei fine settimana vanno in questa direzione. Un grazie finale agli amministratori che hanno lavorato al progetto, in particolare alle due donne della giunta, molto attente alle esigenze dei più piccoli, e alle ditte che hanno realizzato i giochi. Un grazie infine alla regione Molise che ha concesso il finanziamento per l’attività di insegnamento alla raccolta differenziata con PAR-FSC 2007-2013, III “ambiente e Territorio”.