Tra risultati raggiunti e nuovi obiettivi: successo per la serata di beneficenza del San Damiano

56
serata san damiano

E’ stata una serata gioiosa e partecipata quella che si è tenuta ieri sera a Termoli, al Lido Cala Sveva, per la tradizionale Cena di Beneficenza organizzata dal Centro San Damiano. Un appuntamento che rappresenta da anni un momento di incontro, di apertura al territorio e di condivisione dei risultati raggiunti e degli obiettivi sempre più ambiziosi che, unendo le forze di tutti gli attori chiamati in campo, si mira a raggiungere.

operatrici san damianoRappresentanti dell’amministrazione Comunale di Termoli, familiari degli utenti, operatori, membri della Cooperativa Sociale Sirio, che gestisce il centro, e tante altre persone che hanno voluto dare il loro personale contributo partecipando all’evento solidale hanno potuto ammirare i lavori svolti nel corso dell’anno dai ragazzi del San Damiano: dipinti e lavori artistici, la brochure turistica, i laboratori culinari. Il tutto guidato dagli operatori del centro che con passione e professionalità accompagnano tutti i giorni gli utenti nella scoperta del mondo e delle loro potenzialità: la psicologa psicologa Fabiola Caruso, l’assistente sociale Samantha Rocco, l’animatrice per disabili Anna Licursi, l’educatore Miriam di Nunzio, il terapista occupazionale Michela Teca, lo psicomotricista Giovanni Bagnoli e la coordinatrice del Centro San Damiano Zenaide Cerrone.

san damiano 1E poi tutti i ragazzi del San Damiano che trovano in questa realtà uno spazio di crescita, di socializzazione e di conquista dell’autonomia quotidiana e che ieri sera hanno arricchito la serata esibendosi in un bel balletto medioevale accogliendo gli invitati con piccoli doni realizzati da loro: un piccolo faro o una conchiglia profumata. Doni piccoli ma preziosi perchè fatti da mani laboriose che hanno profuso tutto il loro impegno e il loro sentimento per far sentire quanti hanno partecipato alla serata di beneficenza ben accolti e partecipi.

La cena alla Cala Sveva è stata allietata anche dallo spettacolo di cabaret di Barbaria Foria che ha rallegrato la sala contribuendo a creare entusiasmo e partecipazione.

Bello anche il momento della proiezione del filmato, per opera di Oscar De Lena, presidente dell’Archeoclub, che ha accompagnato in varie occasioni i ragazzi tra i vicoli del Borgo Antico di Termoli e che ieri ha mostrato spezzoni di questa esperienza e del lavoro fin qui svolto dagli utenti del San Damiano.

Dunque una serata davvero molto ricca e i cui proventi verranno impiegati per finanziare l’acquisto di una speciale sedia a rotelle per consentire anche ai ragazzi carrozzati di poter fare il bagno in mare. Chiunque volesse può ancora contribuire con una piccola donazione a far si che tale obiettivo diventi subito realtà.

Ciò che lasciano momenti come questi è un senso di profonda gratidudine nei confronti di quanti, quotidianamente e con sacrificio, profondono tutto il loro impegno per sostenere ragazzi e famiglie che ogni giorno devono affrontare le difficoltà che la diversità impone, ma che anche grazie a realtà come quella del Centro San Damiano sanno che saranno meno soli. L’augurio è che si possa continuare sempre a lavorare con lo stesso entusiamo e la stessa determinazione che portano a risultati come quelli visti ieri sera, il primo tra tutti il sorriso dei ragazzi che hanno mostrato al mondo esterno quanto dalla diversità possano venir fuori cose bellissime.