Sulla spiaggia di Termoli il mondo è… a colori

Vacanze speciali per i ragazzi del Centro socio educativo comunale

428
Sulla spiaggia di Termoli il mondo è… a colori

Il Mondo a colori d’estate si tinge del blu del mare di Termoli e porta in riva l’entusiasmoProgetto Mare. dei suoi ragazzi. Accade ormai da alcuni anni nella cittadina adriatica, dove ogni mattina il Centro socio educativo comunale per minori si trasforma in vacanza estiva alla Cala dei Longobardi tra costruzioni con la sabbia, lavori creativi con conchiglie e materiali di riciclo, attività sportive e giochi di squadra.

Il Centro, gestito dalla cooperativa Sirio, durante l’anno ospita e segue tutti i pomeriggi bambini e ragazzi (una ventina) che per diversi motivi hanno bisogno di un supporto educativo in più. Il Progetto Mare è una vera e propria vacanza, sotto la guida di animatori ed educatori qualificati: una psicologa, una pedagogista, un educatore, tre educatrici- animatrici, due volontari del servizio civile, due tirocinanti.

“Quest’anno – spiega Ilaria Perrotta, educatrice coordinatrice – abbiamo voluto sottoporre un questionario di gradimento sul progetto estivo ai nostri utenti; dalle risposte sono emersi grande soddisfazione e tanto entusiasmo per l’esperienza, divenuta ormai un’esigenza, un bisogno. Noi tutte siamo convinte che la risorsa mare rappresenti per i ragazzi un’opportunità importante ed efficace. Tra le iniziative particolarmente gradita è stata l’uscita ad Aqualand”.

Le gite come tutte le attività mirano ad obiettivi generali e specifici: dallo sviluppo di relazioni positive con i propri coetanei all’interno di un ambiente controllato alla sensibilizzazione nei confronti dell’ambiente marino attraverso la condivisione di esperienze di gioco, sportive e di animazione.

Progetto Mare“L’esperienza è forte e formativa anche per noi operatori – conclude Ilaria Perrotta – dall’accoglienza del primo mattino alla merenda e al saluto prima del pranzo. Ogni piccolo passaggio ci è ormai familiare e anche noi, come loro, oggi non sapremmo fare a meno di questa vacanza davvero speciale. La loro gioia ci coinvolge e dà un senso ancora più intenso al nostro compito, non semplice ma carico di affetto e di soddisfazioni”.