Trulli, grotte, zoo e gelati: i 4 giorni di trasferta del CSE di S.Croce di Magliano

236
foto di gruppo

Sono stati quattro giorni intensi, trascorsi tra escursioni, visite ai luoghi dell’arte, tappe allo zoo e tra le varie bellezze della Puglia, ma soprattutto giorni all’insegna del divertimento e dello stare insieme, quelli da poco terminati per i ragazzi del Centro Socio-Educativo di Santa Croce di Magliano, gestito dalla Cooperativa Sociale Sirio.

Dal 24 al 27 maggio, infatti, 8 utenti del centro con 10 accompagnatori e due operatori, hanno partecipato al soggiorno benessere nella vicina Puglia, visitando luoghi e paesaggi indimenticabili. Il viaggio è stato programmato all’interno del progetto ideato dall’Ambito Sociale Territoriale di Larino grazie ai fondi del programma Regionale FNA 2016.

cse 1Un’esperienza che tutti si sono portati nel cuore e che ha rappresentato un momento di socializzazione e di scoperta.

Leggendo il loro “diario di bordo” raccolto dagli operatori, tante sono le cose che hanno colpito l’attenzione dei ragazzi. Tra queste c’è sicuramente la tappa allo zoo di Fasano: tra scimmie, elefanti, leoni e ippopotami il divertimento non è mancato.

cse 5Ma anche qualche brivido di paura per qualcuno meno temerario nella discesa alle suggestive grotte di Castellana. E poi le giostre e il gelato tutte le sere!!

Partiti il 24 maggio da Santa Croce di Magliano la prima tappa ha portato i ragazzi del Centro socio-educativo a Trani per la visita guidata alla cattedrale, tra le più note della Puglia, per poi proseguire per Castel del Monte.

Poi tutti in hotel per riposare e riprendere il tour la mattina seguente alla volta delle Grotte sotterranee di Castellana e nel pomeriggio tappa ad Alberobello, dove tra un trullo e una passeggiata il tempo è trascorso allegramente.

Il giorno dopo tutti allo zoo di Fasano per ammirare animali molto spesso visti solo in tv o sui libri.

Screenshot_20180529-193158_1L’ultima tappa del soggiorno benessere è stata quella di Bari e Polignano a Mare, uno dei tratti di costa più belli e memorabili dell’Adriatico e patria del cantante Domenico Modugno. Poi di nuovo tutti a Santa Croce per il rientro a casa con un po’ di nostalgia per i posti meravigliosi e per la compagnia e l’allegria dei giorni trascorsi insieme.

Giorni diversi dalla solita routine, di apertura al mondo e agli altri e che i ragazzi e le loro famiglie hanno particolarmente apprezzato esprimendo la loro gratitudine agli operatori, all’Ambito Sociale Territoriale di Larino e alla Cooperativa Sirio che ha organizzato l’uscita, in particolare alla dottoressa Anna Mary Marino, che hanno offerto loro questa importante possibilità di vedere un pezzo di mondo, vicino ma non a tutti sempre accessibile.