A RICCIONE LA HIDRO SPORT TRA LE GRANDI

147
A RICCIONE LA HIDRO SPORT TRA LE GRANDI

Ottimi risultati per la società molisana alla kermesse internazionale di Riccione: doppio oro per Francesco Gatti; per Hantjoglu due argenti alle spalle dei campione Simone Sabbioni
Nella cornice dello Stadio del Nuoto di Riccione si è svolto il 19° Trofeo Internazionale di nuoto “Italo Nicoletti”, uno dei più prestigiosi appuntamenti per il mondo natatorio giovanile. Nella città romagnola sono accorsi ben mille atleti, in rappresentanza delle 81 squadre partecipanti, pronte a darsi battaglia fino all’ultima bracciata tra le corsie della piscina olimpionica riccionese. Ad impreziosire un appuntamento che già porta un nome di assoluto riguardo, consolidato nel corso degli anni, anche la partecipazione di protagonisti di rilievo in ambito assoluto; per citarne qualcuno, alla kermesse riccionese erano presenti, tra gli altri, Arianna Barbieri, plurimedagliata agli Europei del 2012 e olimpionica a Londra 2012, Simone Sabbioni, primatista italiano sui 100 metri dorso, campione del mondo Junior e astro nascente del nuoto nazionale, Marco Orsi, olimpionico a Londra 2012, vice campione del mondo e neo recordman nei 100 stile libero, obiettivo centrato ad aprile nel campionato a squadre “Coppa Caduti di Brema”.
Un parterre di tutto rispetto dove non ha sfigurato la Hidro Sport Asd, ai nastri di partenza con 58 atleti appartenenti alle categorie Esordienti A e B, Assoluti, Ragazzi e Juniores; la società del presidente Toni Oriente ha concluso la tre giorni romagnola con un ottimo 18esimo posto in classifica generale e sei medaglie nel carniere, sei allori preziosissimi per la società gialloblu, maturate in un contesto di altissimo livello.
A salire per due volte sul gradino più alto del podio è stato Francesco Gatti, che ha superato tutti sia nei 100 metri dorso, con il tempo di 59’’30 e sia nei 200 dorso dove ha fatto fermare le lancette sul tempo di 2’09’’31.
Strepitosa performance anche per Cristiano Hantjoglu: la promessa molisana del nuoto che nelle prossime settimane difenderà i colori della Nazionale Italiana agli Europei di Baku ha portato a casa due medaglie d’argento che valgono come e più di una vittoria. Il dorsista della Hidro Sport infatti ha concluso la gara dei 50 dorso e quella dei 100 dorso alle spalle del primatista e campione italiano assoluto, Simone Sabbioni, un atleta promettentissimo che è atteso da un roseo futuro nel panorama natatorio italiano e internazionale. Hantjoglu ha toccato la piastra con il tempo di 26’’97 sulla distanza corta e con un buon 58’’03 sui 100 metri. Non contento, il dorsista campobassano ha centrato anche un terzo posto nei 200 misti, con il tempo di 2’11’88.
A completare gli ottimi risultati dei dorsisti della società molisana anche una “quota rosa”: lo splendido argento di Giulia Calabrese, conquistato nella gara dei 200 metri dorso; la nuotatrice gialloblu ha chiuso alle spalle della vincitrice con il tempo di 2’27’’23.
Ma le soddisfazioni per la Hidro Sport, oltre che dai podi centrati, sono giunte anche dagli altri risultati, pur se non produttivi di relative medaglie; sono 5 le finali centrate per la categoria Assoluti: Cristiano Hantjogli nei 50 e 100 metri dorso, 100 delfino (8° con 59’’09) e 200 dorso (5° con il crono di 2’10’’87) e Giulia Calabrese, giunta quinta nei 100 dorso (1’07’’97). Ben 10 invece le finali Giovani disputate dai portacolori della Hidro Sport: Francesco Gatti nei 100 e 200 dorso, Cristiano Hantjoglu nei 200 misti, Giulia Calabrese nei 200 dorso, Federica Caruso nei 100 delfino (sesta con 1’06″72), nei 200 delfino (4°

posto in 2’30″27), nei 200 misti (5^ con 2’31″61) e nei 100 rana (nono posto con 1’18″76), Noemi Reggi, al 6°posto nei 200 delfino con 2’32″91 e Lucia Benini nei 200 delfino dove ha chiuso settima con 2’35″28.
Infine le finali disputate da Alessandra Arbotti (Esordienti B) nei 100 metri rana, dove ha chiuso al sesto posto con 1’38’’75, e da Fiorella Colanzi (Esordienti A) che ha chiuso all’ottavo posto con il tempo di 1’29’’17, sempre nei 100 metri rana.
“Un’esperienza da incorniciare – dichiara il presidente della Hidro Sport, Toni Oriente – per tanti motivi; orgogliosi di aver preso parte ad un evento di così alto livello e ancora più orgogliosi di aver centrato in un simile contesto dei risultati assolutamente preziosi, frutto dell’abnegazione e del lavoro di tutti: dalla società, ai tecnici, ai nostri bravissimi atleti” conclude Oriente.
E ora in casa Hidro Sport si attende con trepidazione il prossimo, importantissimo appuntamento: i Giochi Olimpici Europei di Baku, che vedranno tra gli atleti al via anche il nuotatore gialloblu Cristiano Hantjoglu, fresco di convocazione della Nazionale Italiana.