CAMPIONATI ESTIVI, LA HIDRO PARTE BENE

109
CAMPIONATI ESTIVI, LA HIDRO PARTE BENE

Resoconto positivo per la Hidro Sport a chiusura della prima fase dei Campionati Nazionali Estivi in corso di svolgimento allo Stadio del Nuoto del Foro Italico di Roma, che ha visto protagonisti gli atleti della categoria Ragazzi; la squadra del presidente Toni Oriente ha affrontato con molta serenità l’impegno, consapevole delle difficoltà derivanti dal confrontarsi con altre realtà nazionali blasonate, ed ha portato a termine l’impegno senza sfigurare affatto. Da precisare che quella gialloblu era una squadra composta da nuotatori molto giovani: dei sei componenti, tutti per la prima volta alle prese con un palcoscenico nuovo, ben cinque erano all’esordio nella categoria. Uno spunto molto interessante è arrivato dalle staffettiste della Hidro Sport, che hanno dato un grande esempio di coesione e di affiatamento, con una condotta di gara stupenda che ha consentito loro di polverizzare tutti i record sociali e di piazzarsi al 18esimo posto in Italia nella staffetta 4×100 mista e al 22esimo posto nazionale nella 4×100 stile libero. “Il gruppo che ha gareggiato nella mista era composto da quattro ragazze classe 2002 e quindi al primo anno in categoria Ragazzi, e questo ci dimostra le potenzialità di crescita che abbiamo in questa specialità per la prossima stagione. Stesso discorso per la 4×100 stile, dove hanno gareggiato tre ragazze che militeranno nella stessa categoria anche l’anno prossimo e che potranno solo migliorare” argomenta Oriente. Nel dettaglio, nella 4×100 mista hanno gareggiato Caterina Hantjoglu (1’10’’27 nel dorso), Federica Caruso (1’16’’95 nella rana), Noemi Reggi (1’07’’67 nel delfino) e Lucia Benini (1’02’’52 nello stile) con un crono complessivo di 4’37’’41, record sociale e 18esimo posto in Italia. La 4×100 stile libero ha completato il percorso in 4’13’’11 (anch’esso record sociale), 22esimo posto in Italia, con Federica Caruso (1’01’’75), Caterina Hantjoglu (1’03’’00) Siria Piedimonte (1’05’’48) e Lucia Benini (1’02’’88).
Federica Caruso è stata impegnata, oltre che nelle due staffette anche in quattro gare individuali e precisamente nei 100 delfino, chiusa in 1’07’’10, tempo che le è valso il 9° posto per la classe 2002 e il 33esimo posto complessivo, nei 100 rana (1’18’’13, 15esima nella classe 2002 e 42esimo posto finale), nei 400 misti, con crono di 5’17’’95 (7° posto tra le 2002 e 24esima posizione complessiva) e nei 200 delfino, dove ha toccato la piastra dopo 2’28’’74 con un ottimo 5° posto tra le 2002 e un 28esimo posto finale.
Restando nelle gare individuali, Nicola Del Papa ha preso parte ai 200 dorso, che ha nuotato in 2’20’’94, tempo valido per il 26esimo posto tra i nati nel 2001, e ai 100 dorso con il tempo di 1’04’’99 (25esimo posto per la classe 2001). Impegnata nei 100 dorso, sponda femminile, anche Caterina Hantjoglu, che ha portato a termine la gara in 1’09’’77 con un 25esimo posto tra le nate del 2002 e 56esimo complessivo.
Un buon viatico per il team gialloblu, impegnato in questi giorni nella seconda parte della kermesse capitolina che vede in vasca la categoria Juniores. “Sappiamo che ci confrontiamo con il meglio del nuoto nazionale – dichiara Toni Oriente – ma siamo fiduciosi di non sfigurare. La tenacia dei nostri atleti della categoria Ragazzi ci fa ben sperare, il lavoro dei tecnici Filippo Poluzzi, Valentino Spina, Marco Cirino, Alessandro Di Soccio e Mario De Lucia è stato pregevole, poi al termine della manifestazione tireremo le somme” conclude il presidente e tecnico della Hidro Sport.