Cip Molise, per il presidente Perrella “2016 anno da incorniciare”

231
cip donatella perrella

Il 2017 è iniziato da appena due giorni ma è ancora tempo di bilanci per quanto concerne il 2016 che ci ha appena lasciato. A tracciare un resoconto dettagliato dell’attività che il Cip Molise ha svolto durante i 12 mesi appena trascorsi è il presidente Donatella Perrella. “Il 2016 sarà senza dubbio ricordato come l’anno in cui il Comitato Italiano Paralimpico Italiano è stato riconosciuto dallo Stato come Ente di Diritto Pubblico. Un riconoscimento che va a premiare senza dubbio il lavoro della sede centrale nazionale con in testa il Presidente Luca Pancalli ma anche e soprattutto il lavoro svolto nei vari territorio dai vari comitati regionali. Un dovuto riconoscimento al lavoro portato avanti incessantemente dalla grande famiglia paralimpica italiana che da sempre ha nel suo Dna la promozione e divulgazione dello sport paralimpico in lungo e in largo per il nostro Paese. Calandosi nella realtà molisana possiamo senza dubbio affermare che abbiamo continuato e proseguito il nostro impegno nella promozione nei quattro angoli della regione grazie a diverse iniziative quali l’organizzazione delle giornate paralimpiche itineranti e il supporto di testimonial d’eccezione che hanno visitato il nostro Molise e che nei prossimi mesi continueranno a venire nella nostra amata terra. Il 2016 è stato anche l’anno del consolidamento del protocollo d’intesa stipulato con l’ Inail Molise. Protocollo che per il 2017 si prevede di allargare anche alla disciplina del nuoto visto il gran numero di iscritti Inail che praticano questa sport. Traguardi importanti si tagliano solo se si ha il supporto e il sostegno di tutti e di tante persone: ecco perché mi corre l’obbligo di ringraziare il Coni Molise che da sempre ha creduto nella nostra attività di promozione e in quella squisitamente agonistica e il consigliere regionale con Delega allo Sport, Carmelo Parpiglia, per l’approvazione della Legge regionale sullo Sport che credo potrà dare una grande mano al movimento paralimpico del Molise. Nel 2017 continueremo a proseguire la strada tracciata nel 2016 e negli anni precedenti, vale a dire far avvicinare al mondo dello sport il maggior numero possibile di disabili e nel contempo di coltivare i nostri talenti sportivi. I nostri atleti nel 2016 hanno tagliato traguardi davvero eccezionali che hanno permesso di portare in auge il nome del Molise anche e soprattutto al di fuori dei confini nazionali. Un plauso va a loro e ai rispettivi tecnici per l’abnegazione e la tenacia dimostrata nei vari campi di gara. Come auspicio per il 2017 ci auguriamo che la formazione torni nuovamente nelle mani del Cip nazionale. Poter formare istruttori qualificati nei settori nevralgici è fondamentale affinché si possa creare una spina dorsale nazionale per la maturazione e formazioni di nuovi campioni sportivi e di sportivi in generale. Da questo punto di vista come Cip Molise abbiamo già qualificato diversi istruttori nelle differenti discipline, l’ultima in ordine di tempo Mariella Procaccini nel campo delle Bocce, proprio per venire incontro alle esigenze espresse dal nostro territorio e ai diversi desideri di poter praticare senza limite le varie discipline sportive presenti in Molise. Grazie anche alle singole Federazioni che con il loro appoggio hanno permesso a tanti ragazzi e ragazze di scoprire il variegato e meraviglioso mondo dello sport a 360 gradi”.