CULTURAL ROUTES, INTEGRAZIONE E CONOSCENZA ITALIANA

102
CULTURAL ROUTES, INTEGRAZIONE E CONOSCENZA ITALIANA

Il progetto Cultural Routes è un progetto che nasce per favorire l’integrazione territoriale e si candida a diventare il sistema nazionale a cui i territori possono fare riferimento per una migliore coesione sociale.
Il progetto è una vera e propria innovazione di processi che vede l’uomo al centro del cambiamento e che grazie alla presa di coscienza può incominciare dalle “reti viarie” ad ottenere un processo che gli garantisca una migliore penetrazione dei mercati e quindi una rinascita economica grazia alla fusione tra cultura, enogastronomia e turismo esperienziale.
Il progetto ha 2 obiettivi cruciali: creare integrazione e fornire al mercato strumenti di conoscenza unici.
Cultural Routes rappresenta un metodo da metabolizzare in tutto il territorio italiano quindi non più un idea ma un processo di lavoro già pronto su cui interi territorio possono già operare e formare gli stakeholders del territorio.
Chi sono gli stakeholder? Sono tutti coloro che già lavorano in un territorio: Associazioni, Pro Loco, Enti culturali, ristoratori, albergatori, ostelli ecc… Tutti questi attori sono considerati “portatori d’interesse”
Chi può inserire le Mappe? Tutti coloro che ne hanno già i tracciati possono operare da soli per l’inserimento delle mappe. Le mappe possono funzionare online ed offline, possono essere caricati tutti i punti d’interesse culturali, archeologici, turistici e agroalimentari (masserie, campi di frutta, cantine ecce ecc).
Cosa possono fare gli stakeholders dei territori? Possono avere un brand unico nazionale “Cultural Routes” affiancato a quello locale. Possono prenotare da qualsiasi punto Informativo un’escursione, possono raccogliere e organizzare tutte le guide turistiche e realizzare insieme ai tour operator offerte di viaggio, possono programmare gli eventi, possono offrire la possibilità ai turisti di realizzare il loro percorso in totale autonomia, possono accogliere i camminatori e segnalare il loro viaggio ad altre tappe che presteranno loro un servizio migliore di accoglienza in quanto attesi.
Chi gestisce formazione e piattaforma? Gli stakeholders territoriali sono i detentori del processo che hanno appreso dai formatori.