IN ATTESA DELL’AUTOBUS? LEGGI UN RACCONTO

142
IN ATTESA DELL’AUTOBUS? LEGGI UN RACCONTO

Quanto tempo trascorriamo in stazioni, terminal degli autobus, aeroporti, aspettando treni, bus e aerei che ci porteranno a casa o, per i più fortunati, in vacanza. Sono i cosiddetti tempi morti, che ormai inganniamo con la testa china sui nostri smartphone scambiandoci messaggi su whatsapp o scorrendo il nostro Facebook in cerca di qualcosa di interessante per ingannare l’attesa. Per offrire ai cittadini un’alternativa all’alienazione da social alle fermate degli autobus, il sindaco di una cittadina francese, Grenoble, ha deciso di installare dei distributori automatici di racconti. Già, racconti, stralci della letteratura popolare di qualità offerti gratuitamente ai passeggeri in attesa. Storie brevi e tarate sui tempi di attesa alle fermate dei bus di città. Un’idea simpatica e innovativa che cerca di combattere la dipendenza da smartphone utilizzando la carta della cultura. Quindi perché non farlo anche da noi? Sarebbe un modo per educare alla lettura le nuove generazioni e al contempo offrire un valido passatempo a chi, preso dai ritmi frenetici della vita di oggi, si ferma 5 minuti solo per aspettare l’autobus. E quale migliore attesa di una buona lettura!
Per saperne di più sull’iniziativa francese clicca qui