La Maratona dannunziana 2016 tra passione e impegno sociale

Grande bagno di folla per la Maratona dannunziana 2016 che si è corsa ieri mattina a Pescara, la Lilt (Lega italiana lotta ai tumori) ha partecipato per il terzo anno consecutivo

318
La Maratona dannunziana 2016 tra passione e impegno sociale

Si è svolta ieri mattina a Pescara la Maratona dannunziana 2016. Enorme il coinvolgimento di atleti e di appassionati, oltre duemila sono stati gli iscritti a una manifestazione che ha ravvivato tutte le vie del centro della città natale di Gabriele D’Annunzio. Si dice che siamo fatti per correre e sempre più, negli ultimi anni, sono gli amatori che hanno recepito questo messaggio. La corsa sta diventando uno degli sport più praticati in Italia, la salute degli italiani non può che trarne giovamento visti gli effetti benefici del correre.
Cinque le diverse distanze che sono state percorse a Pescara: maratona, mezza maratona, staffetta, passeggiata e dannunzianina per i più piccoli.
Da segnalare, anche quest’anno, tra i partner della manifestazione, la presenza della Lilt (Lega italiana lotta ai tumori) intenta a sensibilizzare e mantenere alta la soglia di attenzione per la prevenzione. Davvero tantissime le persone che si sono avvicinate allo stand della Lilt per chiedere informazioni soprattutto sulla “Campagna del nastro Rosa 2016”, iniziata lo scorso 4 ottobre, mirata a persuadere le donne della fondamentale esigenza di sottoporsi a visite precauzionali per la diagnosi precoce di tumore al seno.