LE SERENATE IN RICORDO DI CARMINE

168
LE SERENATE IN RICORDO DI CARMINE

Da Sepino a Macchiagodena il passaggio del testimone, in ricordo di Carmine Di Vincenzo.
La seconda edizione della rassegna sulle serenate dialettali ha vissuto il suo momento magico, la riscoperta, la tradizione, il coinvolgimento e la memoria storica. Ma anche il momento più doloroso, con la scomparsa dell’indimenticabile Carmine. Una rassegna che ha visto i “gruppi” storici del Molise impegnati nella valorizzazione della tradizione e della cultura popolare. Una giuria d’eccezione Franco De Soccio, Mauro Gioielli, Nadia Notardonato, Francesca Spallone, Luigi Ferrara Santa Maria. A pieno titolo la giuria, ha stabilito che la serenate più bella , il gruppo che ha interpretato e trasmesso la giusta empatia in “Affacciat alla fnestra bella mea”, è il gruppo di Rionero Sannitico. Il premio, messo a disposizione dall’Amministrazione Comunale di 300€ è stato consegnato dalla sig.ra Lucia, moglie del compianto Carmine e dal Sindaco di Macchiagodena Felice Ciccone. Il premio alla ragazza in costume più bella della rassegna, da parte della sig.ra Lucia e del Presidente Niro , è andato alla ragazza del Gruppo “ Fontanavecchia di Campobasso “ Petrecca“. Il premio offerto dalla Regione Molise sotto indicazione dell’amico Luigi Ferrara Santa Maria, noto sceneggiatore, produttore di film, che girerà presto in Molise un documentario sulle tradizioni popolari molisane, è stato assegnato al gruppo “La Vandresa di Forlì del Sannio“. Al termine delle premiazione, si è svolta la cerimonia di intitolazione della manifestazione in ricordo di “Carmine Di Vincenzo”.