QUATTRO VITI, PREMIATI DUE VINI MOLISANI

187
QUATTRO VITI, PREMIATI DUE VINI MOLISANI

Uno speciale riconoscimento attribuito ai viticoltori che sono stati in grado di valorizzare un vitigno poco compreso o di dare nuovo valore a un territorio. Un lungo viaggio a colori nell’Italia del vino con VITAE 2016. Per il Molise le Quattro Viti con Tastevin vanno a Cantine Catabbo e le Quattro Viti a Claudio Cipressi. Vitae, la guida vini nazionale firmata AIS, compie due anni ed è stata presentata ufficialmente durante il 49° Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana Sommelier che si tiene in questi giorni a Milano. Il volume racchiude tutta la competenza, la conoscenza del territorio e la passione per le vigne sviluppate in cinquant’anni di attività dedicata alla divulgazione della cultura del vino. Per l’edizione 2016 è stato scelto il tema dell’arte rappresentata dalla collezione di un unico artista, costituita da ventitré dipinti a olio su tela. Paesaggi, scorci, dettagli: un viaggio attraverso la Penisola da cui si torna con un impressionante bagaglio di colori. Per la stesura della seconda edizione sono state passate in rassegna quasi 4.000 aziende e degustati circa 30.000 vini. La Guida rappresenta pertanto una sintesi accurata della miglior produzione del nostro Paese, con il suo panorama dipinto da oltre 900 degustatori dell’Associazione Italiana Sommelier, suddivisi in 22 commissioni regionali. In oltre 2.000 pagine emergono i profili delle grandi case vitivinicole della Penisola, accanto a quelli di tantissimi piccoli produttori che colorano questo appassionante quadro nazionale. Trovano il giusto spazio persino alcune microrealtà da poche centinaia di bottiglie l’anno, testimonianza di una ricchezza, di una complessità pulsante e inestimabile. Le Viti, da una a quattro, premiano la qualità intrinseca delle singole etichette. Oltre a queste, la Guida premia con il Tastevin i vini che si pongono quali modelli di riferimento di indiscusso valore nella rispettiva zona o che hanno strappato all’oblio e riportato all’attenzione del settore vitigni dimenticati, risvegliando l’interesse di altri produttori. Insomma, le “avanguardie di vigna”, che quest’anno sono 22. Un premio dedicato a chi ha saputo custodire e rilanciare l’Italia del vino. Per il Molise le Quattro Viti AIS con il Tastevin, massimo riconoscimento, sono andate a: ROSSO DEL MOLISE VINCÈ 2010 delle Cantine Catabbo; mentre, la TINTILIA DEL MOLISE 66 2009 di Claudio Cipressi, è riuscita a fregiarsi delle Quattro Viti.