UN “TUFFO” NEL PASSATO NUOTANDO VERSO IL FUTURO

202
Asilo termoli

Un incontro speciale tra il campione di nuoto Antonio Casolino, 87 anni, e i ragazzi del Centro per minori di Termoli (Cb) per lanciare un messaggio di positività e di speranza per il futuro. Un confronto anche generazionale quello che si é tenuto qualche giorno fa sulla spiaggia di Rio Vivo dove una ventina di ragazzi di età compresa tra i 4 e i 16 anni stanno svolgendo il “Progetto Mare”, un’iniziativa messa in campo dagli operatori del Centro, gestito dalla Cooperativa Sirio, e che mira a promuovere il concetto della vacanza in città, per far conoscere le risorse del territorio e viverle consapevolmente, ma soprattutto per creare uno spazio in cui attraverso le attività ludiche e sportive i ragazzi possano tirar fuori le loro capacità e caratteristiche personali e valorizzarle anche mediante le dinamiche di gruppo.

Una vita spesa con dedizione per raggiungere i traguardi più alti nello sport, l’amore per la propria città, Termoli, con il racconto di aneddoti curiosi e accattivanti per i ragazzi, l’esperienza della guerra che ha insegnato l’importanza del sacrificio, sono stati al centro della testimonianza di Antonio Casolino che, nell’ambito del laboratorio “Vi racconto e mi racconto”, ha reso partecipi dei suoi successi e delle sue vicende personali i giovani uditori che lo hanno ascoltato con attenzione e ammirazione. Casolinoé stato campione di nuoto e dall’alto dei suoi 87 anni ha spronato i ragazzi a credere nei loro sogni, ma anche ad impegnarsi per realizzarli, lasciando loro un messaggio di grande positività: “Ai ragazzi auguro un futuro grandissimo. Sognate, meditate.Tutto nella vita si può realizzare, purchè lo si voglia.Voi questa mattina mi avete ascoltato e spero di aver infuso in voi la volontà di imitarmi. Tanti auguri a voi tutti per ciò che desiderate”. Parole di incoraggiamento per dei ragazzi che hanno bisogno, oggi più che mai, di credere in loro stessi e nella possibilità di mettere a frutto le loro potenzialità.