“Domani per Noemi Avicolli”. Assegnate le due borse di studio all’Università di Camerino

La Scuola di Bioscienze e Medicina Veterinaria, al fine di accogliere l’iniziativa dell’Associazione “Domani per Noemi Avicolli“, entro il mese di giugno 2020, aveva riservato un bando per la donazione di € 4.000 (quattromilaeuro/00) a sostegno degli studenti del corso di laurea in “Biosciences and Biotechnology” tramite un concorso per l’assegnazione di 2 borse di merito riservate agli studenti regolarmente iscritti in corso nell’A.A. 2018/2019 e 2019/2020. L’università di Camerino, in questi giorni, ha proclamato, con grande piacere i vincitori delle due borse di studio.

L’Associazione “Domani per Noemi Avicolli” è stata istituita a Bruxelles per iniziativa di un gruppo di genitori i cui figli frequentavano la Scuola europea, dove Noemi Avicolli, giovane studentessa, si era diplomata prima di divenire studentessa dell’Università di Camerino. In sua memoria l’Associazione si è data lo scopo di raccogliere fondi da destinare a questa borsa di studio.

Giovanni Avicolli, papà di Noemi e nostro collega, in un post sul suo profilo facebook, commenta:

Noemi amava le bioscienze, il suo obiettivo era quello di prendere parte, un giorno, alla ricerca per debellare alcune delle malattie che affliggono l’umanità. Per la sua laurea di primo livello aveva scelto l’Università di Camerino, era iscritta al secondo anno. Quei sogni ora rivivono nelle ragazze e nei ragazzi che continuano quegli studi. Poche settimane dopo l’incidente alcuni genitori di cui tra poco dirò, promossero la nascita di un’associazione, “Domani per Noemi Avicolli” si chiama, che si è presa l’incarico di raccogliere fondi da destinare a borse di studio per studentesse e studenti meritevoli di quell’università, con l’intento di aiutarli nel percorso di studi. Ebbene, l’Università di Camerino ha attribuito questo mese le prime due borse di studio a una studentessa e a uno studente del corso di laurea in Biosciences and Biotechnology, lo stesso che frequentava Noemi“.

La spontaneità, la voglia di fare, l’amore per la vita, la passione di realizzarsi, l’energia della gioventù che rispecchiavano Noemi continueranno a persistere nei cuori di coloro che la ricordano, nell’animo di chi l’ha conosciuta, nei pensieri di tutti coloro che le volevano bene, con la speranza che, negli anni, qualcun altro, mosso dall’amore per lo studio e dalla passione della ricerca, riesca a realizzare i sogni di Noemi, spinto dalla stessa esigenza di costruirsi e di lavorare per gli altri.