Il futuro dell’agricoltura? È degli “agrigiani”, i contadini con la laurea

Agricoltura

Sono chiamati agrigiani, ovvero i contadini con la laurea in tasca che hanno scelto l’ agricoltura non come ultima spiaggia, ma come settore in cui investire le proprie conoscenze e competenze, acquisite anche grazie agli studi, per innovare il settore agricolo e diffondere pratiche che siano rispettose dell’ambiente e sostenibili. Sono sempre di più i giovani che intraprendono questa strada, in pochi casi si tratta di agronomi o specialisti del settore. Molto più spesso sono giovani che entrano nelle aziende di famiglia, apportando notevoli innovazioni, o ragazzi che spinti dalle loro passioni decidono di lasciare i loro impieghi “cittadini” e riscoprire il mondo agricolo, approcciandolo in un modo che il loro nonni non avrebbero mai pensato di fare. Così si è aperta la strada alle fattorie creative, all’agricoltura sinergica, alle nuove strategie di marketing per “esportare il territorio”, alle aziende vitivinicole biodinamiche e tanto altro ancora che solo giovani appassionati e preparati possono creare per guardare al futuro partendo dalla terra.