Ecografia polmonare fast, corso base a Campobasso

Un seminario con crediti formativi organizzato da OMCeO Campobasso su un tema di estrema attualità per la prevenzione di gravi malattie respiratorie

Si terrà sabato 12 febbraio a Campobasso il Corso base di ultrasonografia nella insufficienza respiratoria acuta, un evento formativo organizzato dall’Ordine dei Medici della provincia di Campobasso e coordinato dal dottor Licio Iacobucci, direttore f.r. di Radiodiagnostica dell’ospedale Cardarelli di Campobasso.

Il seminario, accreditato per 100 medici-chirurghi, si terrà nell’Auditorium dell’ex Onmi, in via Milano 15 a partire dalle ore 8.15. Una giornata formativa che vedrà avvicendarsi al tavolo dei docenti e dei relatori un gran numero di esperti, che tracceranno i contorni di un tema estremamente attuale perché legato all’emergenza Covid19 e forniranno strumenti strategici a tutti i medici che operano in urgenza sul territorio.

Dottor Iacobucci, che cosa è l’ecografia polmonare?

E’ l’ultima nata delle metodiche ecografiche perché l’aria nei polmoni ostacola il passaggio degli ultrasuoni creando artefatti. Ma da circa una decade da questi artefatti è nata una semeiotica normale e patologica che consente di fare alcune diagnosi, come la polmonite che è tanto di attualità nella pandemia da SarsCov2.

Quindi è un esame di grande attualità…

Certamente. L’ecografia per la diagnosi di polmonite è un esame cosiddetto fast, veloce, che non deve durare più di tre minuti, con elevata sensibilità, in modo da attuare rapidamente il protocollo terapeutico adeguato ed evitare per quanto possibile l’insorgenza di una insufficienza respiratoria acuta.

Chi fa l’ecografia polmonare?

Mi viene da dire tutti gli operatori che la sanno fare. Nei paesi anglosassoni l’ecografia fast, non solo per la polmonite ma anche nelle urgenze traumatiche e non, la fanno anche infermieri e tecnici. Il tutto reso più semplice dall’evoluzione tecnologica con ecografi simili ad un telefonino.

Da dove nasce dunque l’idea un corso di formazione sull’insufficienza respiratoria acuta?

Sicuramente dalla condizione che stiamo vivendo: la pandemia attuale con tanti morti da insufficienza respiratoria acuta, che in parte si possono evitare con una diagnosi precoce. Per questo ho pensato di organizzare questo corso per i medici tutti, in particolare i Medici di Medicina Generale, le USCA, i Medici In Formazione e tutti i medici a contatto con le urgenze affinché si avvicinino a questa metodica ecografica semplice, rapida e innocua con una sensibilità superiore al 90% per la diagnosi di sindromi interstiziali polmonari, pneumotorace, versamenti pleurici e scompenso cardiaco.

Per info e iscrizioni https://www.ordinedeimedici.cb.it/eventi/corso-base-ultrasonografia-nella-insufficienza-respiratoria-acuta/.