Storia di una Giocattolaia

Claudia Barone è un’artigiana catanese che crea giocattoli in legno. Lascia la sua vecchia professione e decide di fare della sua passione per la falegnameria il suo mestiere.

Claudia Barone vive a Catania e ha studiato Scienze Politiche. In seguito è diventata anche assistente sociale, sostenendo l’esame di stato e iscrivendosi all’albo. La sua più grande passione è la falegnameria, tramandatale dal nonno prima e dal padre dopo. Insieme a suo fratello osservava il padre, per ore e ore, mentre creava i loro giocattoli. Ed è qui che ha imparato la gioia di ideare e costruire da sola i suoi giocattoli. Ha trascorso un periodo in Ecuador dove ha avviato un progetto di falegnameria creativa ancora attivo in Amazzonia, finalizzato alla costruzione di giocattoli. Tornata in Italia ha deciso di continuare questo progetto e addirittura insegna falegnameria in diversi asili e associazioni.

L’idea di Claudia è quella di creare uno spazio nel quale nasceranno giocattoli e manufatti in un laboratorio aperto a bambini, genitori, ragazzi e giovani con la voglia di sperimentare, scoprire e condividere un’attività per molti inedita. I materiali utilizzati saranno perlopiù scarti di legno ed elementi da riutilizzare o da riciclare mentre, per quanto riguarda i colori verranno predilette le tinture alimentari e naturali create insieme ai destinatari del progetto. Lo scopo di Claudia è quello di creare uno spazio aperto in cui il gruppo possa sperimentare, decostruendo la realtà conosciuta, a partire proprio dall’osservazione e dall’analisi di elementi naturali, scarti di legno o qualsivoglia articolo, oggetto o idea proposta dai partecipanti. Alla base del laboratorio ci sono alcune attività indispensabili: l’osservazione partecipata della materia prima, degli strumenti, di illustrazioni, di oggetti e di qualunque spunto di riflessione proposto da docente e partecipanti. Si passerà poi ad una fase di disegno e progettazione che precederà azioni pratiche nell’ambito del taglio, dell’assemblaggio, della levigatura e della decorazione.

La creatività, in fondo, è la più alta espressione dell’intelligenza, poiché permette di mettere insieme le informazioni che arrivano dal nostro mondo interiore con quelle dell’ambiente circostante. Solo la creatività consente di dar forma immediata alle emozioni ed esprimerle in maniera genuina.